Fedez-Iovino, Corona: «Hanno risolto grazie a me, per 500mila euro mi facevo picchiare anche io. Ma quello nel video non è il rapper»

L'ex re dei paparazzi è stato ospite a Gurulandia

Fedez-Iovino, Corona: «Hanno risolto grazie a me, per 500mila euro mi facevo picchiare anche io. Ma quello nel video non è il rapper»
Fedez-Iovino, Corona: «Hanno risolto grazie a me, per 500mila euro mi facevo picchiare anche io. Ma quello nel video non è il rapper»
di Dajana Mrruku
Giovedì 30 Maggio 2024, 13:31 - Ultimo agg. 31 Maggio, 11:50
3 Minuti di Lettura

Fabrizio Corona ha nuove rivelazioni sul caso Fedez e Cristiano Iovino. L'ex re dei paparazzi, ospite di Gurulandia, ha raccontato di aver fatto da mediatore durante la transazione tra il rapper e il personal trainer. I due hanno firmato un accordo dopo il caso del pestaggio avvenuto nella notte tra il 21 e il 22 aprile scorso, quando Iovino venne aggredito in via Traiano, a Milano, da un gruppo di 8-9 persone. Dietro questo accordo ci sarebbe proprio Corona, amico di entrambi.

La nuova vita di Fedez

Secondo Fabrizio, in questa nuova fase di vita, Fedez è parecchio confuso: «È stato costretto in una bolla per troppo tempo, perché la moglie lo costringeva a vivere una vita che non era la sua.

Io ho sempre detto che l’amore non è mai esistito, è sempre stata una storia raccontata sui social. Quindi lui dopo ha avuto un periodo in cui poi è diventato bambino». La vicenda tra lui e Cristiano Iovino, tuttavia, sembra essersi conclusa nel modo migliore per entrambi. 

Le parole di Fabrizio Corona

Fabrizio Corona si è lasciato andare a lunghe dichiarazioni e rivelazioni durante Gurulandia: «Fedez ha fatto cavolate, ha litigato in un locale, hanno litigato dopo e sotto casa di Cristiano. Iovino e Fedez – la colpa era di Cristiano che ha lanciato il primo pugno – dopo la lite nel locale si sono detti "Ci vediamo dopo sotto casa tua". Nel video trasmesso anche dai tg, si vede una persona che prova a dare due pugni a Iovino, ma non è Fedez, al contrario di quello che dicono tutti». 

Poi ha aggiunto: «La questione si era fatta pesante e ha rischiato di rovinare sia Fedez che Cristiano Iovino. Siccome io sono amico sia di Cristiano che di Fedez e li frequento, così come sono amico con gli avvocati, li abbiamo fatti incontrare per fare una transazione. Io sono il tramite perché faccio il mio lavoro di mediatore con la mia agenzia di comunicazione. Iovino ha un manager che è uno dei miei più cari amici. Iovino oggi sta per fare delle altre cose. Quindi facciamo questo incontro con una trattativa, non c’è stata una querela, ma una transazione. Hanno dato la notizia che Iovino avrebbe preso 500.000 o 600.000 Euro. 500.000 Euro? Mi facevo picchiare anche io per questa cifra».

E infine ha concluso: «Se non c’è una querela, ma una transazione con la persona che è stata picchiata, il reato non vale nulla. Ma non c’è stata nessuna spedizione punitiva e nessun affare losco tra le parti. Qui c’è stata una rissa per motivi banali, cavolate di tavoli in discoteca. Non è che se uno paga i danni a uno, allora si è comprato il silenzio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA