Briatore, il maxi yacht Force Blue sequestrato venduto all'asta a Ecclestone: no al risarcimento di 12 milioni

L'imprenditore era finito a processo con l'accusa di evasione fiscale di oltre 3 milioni sull'Iva e per l'attività di charter. La Corte d'Appello di Genova lo aveva assolto

Briatore, il maxi yacht Force Blue sequestrato venduto all'asta a Ecclestone: no la risarcimento di 12 milioni
Briatore, il maxi yacht Force Blue sequestrato venduto all'asta a Ecclestone: no la risarcimento di 12 milioni
Venerdì 18 Novembre 2022, 18:46
3 Minuti di Lettura

Niente risarcimento da 12 milioni a Flavio Briatore. La corte di appello di Genova ha respinto la richiesta avanzata dall'imprenditore per avere dallo Stato la maxi cifra dopo l'assoluzione definitiva per la vicenda del Force Blue. Briatore era stato assolto da tutte le accuse nel processo per evasione fiscale ma prima della sentenza definitiva il mega yacht era stato sequestrato e venduto all'asta per 6 milioni a Bernie Ecclestone. I suoi legali avevano sostenuto, confortati da una perizia del tribunale, che il valore era di 19 milioni. Da qui la richiesta di altri 12.

Briatore, niente risarcimento

Scrivono i giudici «è significativo che gli stessi brokers operanti a livello internazionale nel settore della nautica che avevano astrattamente stimato il prezzo di una possibile vendita in 15 milioni di euro (il prezzo di 19 milioni di euro era indicato solo quale cosiddetto market asking price, cioè prezzo richiesto dal venditore), abbiano poi raccomandato - sulla base delle caratteristiche concrete del natante, del suo marchio non rinomato e da ricondurre ad un cantiere che ha cessato l'attività, del tempo necessariamente limitato per procedere alla vendita giudiziale senza incorrere in ulteriori perdite, a fronte di un periodo normalmente impiegato di circa 12-18 mesi - di fissare un prezzo di vendita non superiore ai 7 milioni di euro». I legali di Briatore e gli altri faranno ricorso in Cassazione.

 

L'assoluzione

La Corte d'Appello di Genova aveva assolto Flavio Briatore e altre tre persone «perché il fatto non costituisce reato» lo scorso gennaio. L'imprenditore era a processo con l'accusa di evasione fiscale di oltre 3 milioni sull'Iva e per l'attività di charter. Il maxi yacht era stato sequestrato nel 2010, al largo della Spezia, mentre il manager era a bordo con Elisabetta Gregoraci e il figlio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA