Coppia lascia il lavoro e si trasferisce su uno yacht in Grecia: «I nostri figli avranno un'infanzia felice»

I due, inoltre, sono a capo di BoatFit, un sito di fitness e salute, oltre ad avere un account social in cui documentano la loro vita a bordo

«Abbiamo lasciato il lavoro e la casa per trasferirci con i figli su uno yacht in Grecia: avranno un'infanzia di avventure»
«Abbiamo lasciato il lavoro e la casa per trasferirci con i figli su uno yacht in Grecia: avranno un'infanzia di avventure»
Venerdì 17 Maggio 2024, 16:45
4 Minuti di Lettura

L'obiettivo ultimo è quello di godersi la vita. Qualcuno penserà che si tratti di una banalità e che alla fine è un po' ciò che inseguono tutti, ma per varie ragioni non è affatto così. Ad alcuni mancherà il coraggio, mentre altri passano anni a cercare di capire cosa sia, per loro, la felicità.

Ma c'è sempre la speranza di svegliarsi, un giorno, e fare il grande passo, proprio come è successo a Laura e Ross Colledge, una coppia inglese che si è lasciata alle spalle la vita frenetica in città e il lavoro 9-17 per trasferirsi, con i due figli, su uno yacht in Grecia

La decisione, che c'è chi definirebbe sconsiderata, è stata dettata dalla volontà di sfuggire alle catene della quotidianità e permettere ai loro bambini di crescere all'insegna dell'avventura. E non se ne pentono. 

Laura e Ross cambiano vita

«Ross lavorava più di 50 ore a settimana - ha dichiarato Laura - e ci sentivamo un po' come barche, di notte, alla deriva». Come riporta il New York Post, i due genitori hanno scelto la propria felicità e quella dei propri figli, sia presente che futura.

Infatti, il papà aveva sempre più l'impressione che gli anni formativi dei bambini stessero passando troppo velocemente e sfuggendo dalle loro mani. 

Invece, volevano che la loro infanzia fosse «eccitante, avventurosa, e slegata dai beni materiali», in modo da renderli più «cittadini del mondo». Allo stesso tempo, i genitori non dimenticano l'importanza dell'educazione, specialmente per uno dei due figli che ha bisogno di un percorso particolare a causa del disturbo dell'attenzione. 

Quindi, mamma e papà hanno ipotecato la casa appena ristrutturata e acquistato uno yacht Bavaria 42 del 2005 del valore di 125mila dollari (circa 115mila euro). Qualche mese dopo si sono trasferiti in Grecia, dove era attraccato. Il viaggio è iniziato a Mykonos, e poi hanno navigato tra le isole dell'Egeo e del Dodecaneso, per stabilirsi alle Isole Ionie. Da ormai cinque anni, la famiglia Colledge girovaga per le isole, innamorata dello stile di vita itinerante e della sua costante imprevedibilità.

«Sin da quando eravamo bambini siamo stati figli dell'acqua - dice Laura - e siamo cresciuti come surfisti, abbiamo fatto kayak per tanti anni. L'oceano ci ha chiamati». Vivere in acqua non è certamente tutto rose e fiori, specialmente quando si tratta di gestire il lavoro, mantenere una routine per i bambini e trovare l'elasticità necessaria per adattarsi ai frequenti e repentini capricci del meteo. 

Ross è capitano della barca di famiglia e Laura è primo ufficiale. I due, inoltre, sono a capo di BoatFit, un sito di fitness e salute, oltre ad avere un account social in cui documentano la loro vita e le avventure (alcune delle quali sono... completamente a nudo). Per il futuro, il piano è di ottenere la residenza in Grecia e poi esplorare altrove, magari con una barca più grande.

Nel frattempo, la barca attuale ha subito diversi miglioramenti: «Abbiamo aggiunto un sistema a energia solare, le batterie agli ioni di litio, un dissalatore e altri comfort moderni che ci permettono di vivere senza bollette e completamente autosufficienti, se lo desideriamo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA