Luis Enrique, il ricordo della figlia nel giorno di Spagna-Germania: «Oggi avresti compiuto 13 anni»

Xana è morta nel 2019, all'età di 9 anni, a causa di un osteosarcoma

Luis Enrique, l'emozionante ricordo della figlia nel giorno di Spagna-Germania: «Oggi avresti compiuto 13 anni»
Luis Enrique, l'emozionante ricordo della figlia nel giorno di Spagna-Germania: «Oggi avresti compiuto 13 anni»
Domenica 27 Novembre 2022, 12:55 - Ultimo agg. 19:46
3 Minuti di Lettura

La Spagna scende in campo stasera contro la Germania, in una partita che potrà dire già molto sul futuro di questi mondiali. Ma per l'allenatore iberico, Luis Enrique, questo 27 novembre significa anche altro, molto altro: oggi, infatti, avrebbe compiuto 13 anni sua figlia Xana, scomparsa nel 2019 per un osteosarcoma. L'ex allenatore di Roma e Barcellona ha pubblicato un video su Instagram in cui, mentre va in bici, dedica un pensiero alla sua bambina: «Oggi non si gioca solo contro la Germania, è un giorno speciale anche perché è il compleanno di Xana che avrebbe compiuto 13 anni». Il commovente messaggio di Luis Enrique si conclude così: «Amore, ovunque tu sia, tanti baci. Trascorri un gran giorno, ti amiamo».

 

Xana, la figlia di Luis Enrique morta per un osteosarcoma

Nel 2019 l'asturiano lasciò il ruolo di commissario tecnico per stare vicino alla figlia malata. La piccola Xana, 9 anni, muore il 29 agosto dello stesso anno dopo aver combattuto per 5 mesi con un tumore alle ossa. Il mondo del calcio si stringe intorno al dolore dell'allenatore. Passano altri tre mesi e Luis Enrique torna a guidare la Spagna, con l'obiettivo di riportare le Furie Rosse sul tetto del mondo.

Spagna-Germania, le parole di Luis Enrique

La Germania «è la squadra più simile alla Spagna perché, come noi, cerca di giocare sempre in attacco: sarà una grande sfida». Così il tecnico delle Furie Rosse, Luis Enrique, presenta il big match della prima fase dei Mondiali. Stasera, alle ore 20 italiane, gli iberici affronteranno i tedeschi, partendo da un vantaggio in classifica di tre punti. Nella prima giornata del girone E, infatti, la Spagna ha battuto per 7-0 il Costarica, mentre la Germania ha perso a sorpresa 2-1 col Giappone. «Non mi aspettavo un debutto del genere - ha aggiunto l'ex tecnico di Roma e Barcellona -. In questo inizio di Mondiali ho visto molto equilibrio, con tanti risultati a sopresa. La Germania? Hanno giocatori di livello mondiale, ma noi - ha concluso Luis Enrique - siamo convinti di poter vincere anche questa partita».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA