Passeggero corre nudo sull'aereo, il volo costretto a tornare indietro. Panico a bordo: «Pensavamo a un attentato»

L'uomo si è spogliato senza un motivo apparente. Placcato dai presenti, è stato consegnato alle autorità una volta in aeroporto

Corre nudo sull'aereo e viene placcato dai passeggeri: «Pensavamo che fosse un attentato»
Corre nudo sull'aereo e viene placcato dai passeggeri: «Pensavamo che fosse un attentato»
Mercoledì 29 Maggio 2024, 11:55 - Ultimo agg. 15:58
3 Minuti di Lettura

Un aereo diretto a Melbourne è stato costretto a fare dietrofront e atterrare all'aeroporto di partenza a Perth in seguito a un insolito quanto molesto episodio: un uomo si è spogliato e ha iniziato a correre a bordo del velivolo, finendo per essere bloccato e immobilizzato grazie a uno sforzo congiunto di equipaggio e passeggeri.

L'incidente molesto

È successo martedì scorso in Australia, su quello che sembrava un volo ordinario da Perth a Melbourne della compagnia Virgin.

Dopo un'ora dal decollo, il passeggero si è tolto improvvisamente i vestiti e ha iniziato a correre lungo il corridoio dell'aereo, scontrandosi violentemente con un membro dell'equipaggio intervenuto per bloccarlo, facendolo cadere.

«All'improvviso ho sentito una persona correre, mi sono voltato e ho visto questo ragazzo correre lungo il corridoio senza vestiti addosso», queste le parole di un passeggero che ha raccontato cosa ha visto su quel volo al Guardian australiano.  «Mi sono allarmato alla vista di qualcuno che correva a tutta velocità verso la cabina di pilotaggio, ho temuto che potesse essere un attentato». Il testimone è un ingegnere di 23 anni, che non ha nascosto lo shock per il disturbante episodio, al di là per la paura di quello che avrebbe potuto essere: «è davvero angosciante trovarsi su un aereo in quella situazione».

Dopo aver travolto un membro dell'equipaggio, l'uomo è stato placcato da altri passeggeri che si erano alzati per intervenire e gli ufficiali di volo hanno provveduto a immobilizzarlo, in attesa che, vista l'emergenza, l'aereo facesse dietrofront per atterrare all'aeroporto di partenza.

 

Le scuse della compagnia

«Ci scusiamo con gli altri passeggeri per l'accaduto, la sicurezza dei nostri ospiti e dell'equipaggio è la nostra massima priorità», ha detto la compagnia, scusandosi per i disagi avvenuti sul volo di linea che solitamente ha un tempo di percorrenza di tre ore e mezza, ma che questa volta ha impiegato molto di più per essere portato a termine.

L'arresto

Una volta immobilizzato, l'uomo è stato immobilizzato e portato sul retro del velivolo fino all'atterraggio, momento in cui sono intervenuti agenti federali che lo hanno condotto in un ospedale per degli accertamenti in merito alla sua salute mentale. Prossimamente dovrà presentarsi al tribunale di Perth, ma le accuse nei suoi confronti sono ancora da definire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA