Brucia le sterpaglie e innesca un incendio che minaccia anche un gregge: incastrato dalle immagini del satellite

Venerdì 13 Agosto 2021
Brucia le sterpaglie e innesca un incendio che minaccia anche un gregge: incastrato dalle immagini del satellite

MOGLIANO – Brucia la vegetazione nel cortile di casa e provoca un vasto incendio che stava per mettere in pericolo pure un allevamento di pecore. Sessantatreenne finisce nei guai, incastrato dalle immagini satellitari. È stato denunciato per il reato di incendio boschivo colposo.

Covid, oggi nelle Marche i nuovi positivi sono 171, in tre province il virus corre di più. Due decessi in 24 ore/Il trend dei contagi

 

L’episodio in questione era avvenuto lo scorso 14 luglio, nella tarda mattinata, in contrada Fanarda, nel Comune di  Mogliano, dove si era sviluppato un incendio di vaste proporzioni che ha interessato oltre 5 ettari di territorio e che ha distrutto quasi un ettaro di bosco di alto fusto di roverella e un accessorio colonico, nonché, come si diceva, messo in serio pericolo un allevamento di ovini. I carabinieri Forestali delle Stazioni di Macerata e Fiuminata, sul posto per le indagini, attraverso l’utilizzo di immagini satellitari e mediante l’applicazione del Metodo delle Evidenze Fisiche (M.E.F.), sono riusciti ad individuare in modo certo il punto di innesco delle fiamme e, di conseguenza, a risalire all’autore dell’incendio. È stato deferito dai Carabinieri Forestali alla competente Autorità Giudiziaria in stato di libertà per il reato di incendio boschivo colposo ai sensi dell’articolo 423 bis del Codice Penale, che prevede una pena da uno a cinque anni di reclusione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA