SERGIO MATTARELLA

Un'altra donna alla Consulta, Mattarella nomina Emanuela Navarretta

Mercoledì 9 Settembre 2020

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha nominato un'altra giudice alla Corte costituzionale. Con cinque giorni di anticipo sulla scadenza dell'attuale presidente Marta Cartabia, il capo dello Stato sceglie la professoressa Emanuela Navarretta, nata a Campobasso il 3 gennaio 1966 e ordinaria di diritto privato all'università di Pisa. Il decreto, controfirmato dal premier Giuseppe Conte, è stato comunicato dal Quirinale ai presidenti di Camera e Senato. Il prossimo 13 settembre avrà termine il mandato della professoressa Marta Cartabia, prima donna a presiedere la Corte Costituzionale.

Corte Costituzionale, per la prima volta in 65 anni una sentenza firmata da tre donne

Svolta alla Consulta: Marta Cartabia eletta presidente

Gli auguri

Il vicepresidente del Csm David Ermini, dando notizia in plenum della nomina, ha espresso «vive congratulazioni e auguri di buon lavoro» alla professoressa Navarretta, e ha poi rivolto un saluto e un «sincero ringraziamento» alla presidente della Consulta Marta Cartabia, giunta al termine del suo mandato. I laici M5S Alberto Maria Benedetti e Fulvio Gigliotti si sono associati agli auguri alla neo eletta giudice ed hanno espresso «grande soddisfazione per la nomina, che conferma l'altissima qualità della scelta, già espressa dal Csm che l'aveva nominata alla Scuola superiore della magistratura».

Il primo presidente della Cassazione, Pietro Curzio, ha espresso, anche a nome di tutti i giudici della Corte, «il proprio ringraziamento alla professoressa Marta Cartabia per l'importante lavoro svolto prima come giudice e poi come Presidente della Corte costituzionale» e ha formulato «i più sinceri auguri di buon lavoro alla professoressa Emanuela Navarretta giurista di alto profilo», neo eletta alla Consulta.

Ultimo aggiornamento: 10 Settembre, 12:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA