Visite specialistiche gratuite in ospedale per le donne fino al 18 luglio

Lunedì 13 Luglio 2020
Anche quest’anno torna l’(H)Open Week organizzata da Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere. L’iniziativa, che da 5 anni viene svolta in occasione della Giornata nazionale della Salute della Donna fissata per il 22 aprile, è stata posticipata a questa settimana fino al 18 luglio a causa dell’emergenza Covid-19.

Attraverso gli oltre 130 ospedali premiati con i Bollini Rosa che hanno aderito all’iniziativa saranno offerti gratuitamente visite, consulenze, incontri, materiali informativi e molte altre attività nell’ambito di diverse aree specialistiche: cardiologia, dermatologia, diabetologia, dietologia e nutrizione clinica, endocrinologia e malattie del metabolismo, geriatria, ginecologia e ostetricia, medicina della riproduzione, neonatologia e patologia neonatale, neurologia, oncologia ginecologica, oncologia medica, pediatria, psichiatria, reumatologia, senologia, urologia e sostegno alle donne vittime di violenza.

 Sul sito www.bollinirosa.it sono disponibili tutti i servizi offerti con le indicazioni precise su date, orari e modalità di prenotazione. Basterà selezionare la Regione e la Provincia di interesse per visualizzare l’elenco degli ospedali che hanno aderito anche quest’anno con l’indicazione del servizio offerto. 


«Il Covid-19 ha allungato le liste d’attesa negli ospedali, mentre alcuni esami e visite rischiano tuttora di saltare -  afferma Francesca Merzagora, Presidente di Fondazione Onda.Secondo i calcoli diffusi dal Crems, il Centro di ricerca in economia e management in Sanità dell’università Carlo Cattaneo - sono già saltati 12,5 milioni di esami diagnostici, 20,4 milioni di analisi del sangue, 13,9 visite specialistiche e oltre un milione di ricoveri. È proprio in questo contesto che, in attesa di provvedimenti mirati, un terzo delle strutture del circuito Bollini Rosa ha deciso di aderire a quest’iniziativa». L’iniziativa gode del patrocinio 25 società scientifiche ed è resa possibile anche grazie al contributo incondizionato di Boehringer Ingelheim, Grünenthal e Roche Diagnostics. Ultimo aggiornamento: 14 Luglio, 11:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA