Belvedere, Cucinotta e Andreozzi: tris di donne a teatro con "Figlie di Eva”

Mercoledì 29 Gennaio 2020
elvedere, Cucinotta e Andreozzi: tris di donne a teatro con

Un uomo potente, un politico, frega tre donne:  Elvira, la segretaria messa nei guai per un falso in bilancio, Vicky, la moglie abbandonata in diretta tv per una più giovane, e Antonia, la prof beccata mentre alla maturità passa il compito al figlio asino. Le tre si coalizzano per vendicarsi, sono Vittoria Belvedere, Maria Grazia Cucinotta e Michela Andreozzi, in scena dal 9 febbraio nelle “Figlie di Eva”, al teatro Umberto.

“Cuori selvaggi”: fragilità, ironia e contraddizioni in tre monologhi al femminile

Faranno di tutto perché l'odiato sindaco non venga più rieletto. Dovrà guadagnarsi il sostegno e l'ammirazione delle tre Marco Zingaro, nelle vesti di un attore non proprio da Premio Oscar chiamato a interpretare e spesso a improvvisare il ruolo di candidato sindaco, per contrapporsi a sconfiggere alle elezioni il sindaco uscente.  «Nella commedia si intrecciano diverse storie - spiega il regista Massimiliano Vado - la storia di un uomo potente che frega tre donne; la storia delle tre donne che trovano il modo di vendicarsi; la storia di un ragazzo che incontra tre fate-madrine che lo aiutano a realizzare i suoi sogni: protagonisti che si scontrano e si coalizzano su un terreno comune, quello della politica». La frase chiave della commedia? «Si dice che dietro a ogni grande uomo ci sia una grande donna ma in realtà dietro a un grande uomo spesso non c'è nessuno, specialmente quando le donne hanno il coraggio di non restare dietro a lui ma di mettersi davanti a tutti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA