Principessa in total black alla Casa Bianca, debutta la prima ambasciatrice dell'Arabia Saudita

La principessa Reema bin Bandar al-Saud
Debutta a Washington la principessa saudita. Ha presentato le credenziali alla Casa Bianca Reema bin Bandar al-Saud, la prima ambasciatrice dell'Arabia Saudita a Washington. La principessa, immortalata avvolta in un velo verde scuro e in abito nero al fianco di Donald Trump, ha promesso in un tweet di «lavorare per rafforzare e consolidare la storica partnership» tra la monarchia del Golfo e gli Usa, uniti da relazioni che sono alla «base della stabilità globale». Dopo l'incontro con Trump, le sono arrivate le congratulazioni del segretario di Stato Mike Pompeo che in un tweet ha scritto di «non vedere l'ora di lavorare» con la principessa per «rafforzare la forte partnership tra Usa e Arabia Saudita e affrontare le sfide comuni».
La nuova ambasciatrice è figlia del principe Bandar bin Sultan, che è stato ambasciatore negli Stati Uniti dal 1983 al 2005. Laureata alla George Washington University, nel 2013 ha fondato Alf Khair, un'impresa sociale a favore delle donne. Prima di essere nominata ambasciatrice negli Stati Uniti, è stata vice presidente per lo Sviluppo e la Pianificazione dell'Autorità sportiva generale dell'Arabia Saudita.
Martedì 9 Luglio 2019, 16:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP