Un naso hi-tech riuscirà a scoprire precocemente il tumore dell'ovaio

Giovedì 3 Settembre 2020

La tecnologia riesce a scovare precocemente il tumore dell'ovaio. Si tratta di una sorta di naso elettronico (e-nose), uno strumento avanzatissimo utilizzato per questo tipo di patologie, descritto in un ampio studio appena pubblicato su 'Cancers'. Alla base c'è una ricerca condotta dall'Istituto nazionale dei Tumori (Int) di Milano in collaborazione con l'Università Statale di Milano, per migliorare la diagnosi del carcinoma ovarico. I risultati sono promettenti e aprono nuovi orizzonti per lo screening di un tumore che, ad oggi, purtroppo viene ancora scoperto troppo tardi, quando le strategie a disposizione non garantiscono percentuali elevate di efficacia.

«La presenza del tumore determina modificazioni di tutta una serie di processi metabolici, a cui segue il rilascio di sostanze volatili organiche - spiega Francesco Raspagliesi, direttore dell'Unità di Oncologia ginecologica dell'Int e prima firma dello studio - Sono in pratica tracce della presenza della malattia e sono contenute nel respiro sotto forma di molecole volatili. Il naso elettronico ha permesso di cogliere la presenza di alcune di queste sostanze nel respiro delle donne malate, che vengono così identificate rispetto ai controlli sani. Questi risultati sembrano indicare una linea di ricerca assai promettente per una futura possibile diagnosi precoce di questi tumori e ci spingono a proseguire con ulteriori studi».

Ultimo aggiornamento: 9 Settembre, 07:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA