Moda, i momenti che hanno segnato il 2020: da Billie Eilish a Meghan Markle e Harry

Martedì 24 Novembre 2020 di Costanza Ignazzi
Da Billie Eilish con la mascherina al tailleur di Kamala Harris: tutti i momenti più fashion del 2020

Il 2020 volge al termine: l'anno del Covid, delle sfilate virtuali, degli eventi online (nemmeno tanto riusciti, vedi alla voce Met Gala) della ginnastica in lockdown e delle tute da quarantena. Ma non disperiamo, perché tirando le somme qualche momento fashion che ha lasciato il segno e ha mostrato la direzione c'è anche stato. Li ha raccolti Lyst nel suo report sul 2020, nel quale ha analizzato il comportamento di acquisto online di oltre 100 milioni di utenti. Ecco quali sono i look che non dimenticheremo di quest'anno improbabile.

Harry Styles su Vogue vestito da donna è il trionfo del gender fluid: «Abbattiamo le barriere»

Influencer 2020, la classifica di chi ha fatto la moda quest'anno

Il vintage che avanza

La rivincita del vintage era già iniziata nel 2019, ma quest'anno gli abiti d'antan hanno dominato anche i red carpet degli eventi glamour e... i matrimoni reali. Il 19 gennaio Jennifer Aniston indossava ai Sag Awards un abito vintage di Christian Dior by John Galliano: un modello total white dalla linea a sirena della collezione Primavera estate 1999. Talmente bella da provocare un aumento delle ricerche del 40% di abiti vintage nelle 48 ore successive. Mesi dopo, il 17 luglio, la principessa Beatrice (un personaggio generalmente più sottotono rispetto ai reali cugini) ha letteralmente "rotto l'Internet" dicendo sì al suo Edoardo fasciata in un abito da sposa preso in presto alla nonna, la Regione Elisabetta. Usato, sostenibile, rivisitato quindi quanto mai attuale, il modello di Norman Hartnel ha fatto letteralmente impazzire le future spose che hanno preso a cercare spasmodicamente “abito da sposa vintage” raggiungendo il picco del +297% nelle 48 ore successive al matrimonio reale.

 

Le mascherine: un triste presagio

Probabilmente non era cosciente che da lì a poco quell'accessorio indossato per provocazione si sarebbe trasformato in una tendenza obbligata quando, ai Grammy 2020, Billie Eilish si presentò in Gucci dalla testa ai piedi con tanto di mascherine. Risultato: clamoroso aumento del 242% delle ricerche di mascherine della maison in sole 24 ore. Pochi mesi dopo, sappiamo tutti com'è finita: il resto è storia.

La politica

Le elezioni americane nel 2020 hanno giocato un ruolo cruciale nel dettare le tendenze dell'anno: a cominciare da quella dei gioielli con incluso invito a votare. Uno su tutti? La collaba Bychari indossata da Michelle Obama alla Convention dei dem, dove è intervenuta a sostegno di Joe Biden. In seguito al suo discorso, le ricerche di “collana vote” sono schizzate su Lyst, con un aumento del 63% rispetto alla settimana precedente. E mentre nulla hanno potuto gli outfit di Melania, ormai ex First Lady, è stata la nuova vicepresidente Kamala Harris, la prima donna a ricoprire il ruolo, a fare scalpore con il tailleur bianco del suo primo discorso. 

Megxit mania

Sembrava una puntata di The Crown e invece non lo era: quando Meghan Markle e il principe Harry hanno sganciato la bomba lasciando la Royal Family gli outfit della Duchessa di Sussex sono schizzati in testa alle ricerche. Vedi il modello turchese firmato Victoria Beckham sfoggiato agli Endeavor Awards il 5 marzo (+137%) così come l'abito rosso di Safiyaa (227%) e quello verde Emilia Wickstead per il Commonwealth Service presso l’abbazia di Westminster il 9 marzo (286%). 

Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio, 19:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA