Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Addio braccia cadenti: ecco come averle sempre sode e con la pelle compatta

Mercoledì 27 Aprile 2022 di Maria Serena Patriarca
Addio braccia cadenti: ecco come averle sempre sode e con la pelle compatta

La bellezza delle braccia si conquista anche evitando l’eccessiva esposizione solare, optando per uno stile di vita non troppo sedentario e riservando un’attenzione particolare ai rituali quotidiani di benessere.

Sarebbe bene non aspettare i 50 anni: una buona pratica è quella di utilizzare, già a partire dai 35/40 anni, creme rassodanti per l’interno braccia a base di acido ialuronico, per un’azione riempitiva e idratante. Dedicare cinque minuti la sera alla “beauty routine” delle braccia è un’abitudine piacevole e salutare. Contro il temuto effetto “ali da pipistrello” e pelle cadente, per donare turgore arriva in aiuto la medicina estetica con la radiofrequenza, tecnica non invasiva che riattiva la produzione del collagene. I trattamenti si basano sull’azione delle onde elettromagnetiche e stimolano le cellule predisponendole all’autoriparazione. La tecnica si associa di solito al laser CO2 (laser ad anidride carbonica), per intervenire sul rilassamento dei tessuti, ricompattandoli e ridefinendoli. Con la radiofrequenza, le onde radio si trasformano in calore penetrando nei tessuti: il calore è fonte di ossigenazione poiché richiama il sangue, e questo processo determina la produzione del collagene nel derma. La durata media di un trattamento di questo tipo va dalle 3 alle 5 sedute.

Ultimo aggiornamento: 28 Aprile, 08:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA