Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Moda, nell'armadio di Rosa Diletta Rossi: «Viva la camicia, sensuale e goffa»

Mercoledì 22 Giugno 2022 di Veronica Timperi
Rosa Diletta Rossi con un look Missoni (produzioni & press Upgradeartist)

A guardarla sprizza sensualità da tutti i pori, Rosa Diletta Rossi, attrice romana di 33 anni, astro nascente del cinema italiano, anche se lei si sente per lo più goffa.

La sua è una femminilità naturale, inconsapevole, senza artifici, dinamica, sportiva e casual, come la sua passione per l’arrampicata sportiva che ha iniziato a praticare per superare la paura dell’altezza. Dagli esordi in teatro alla tv il passo è breve: nel 2011 debutta con Main e la casa delle felicità, ma a farla conoscere al grande pubblico sono i suoi personaggi in Suburra – la serie in onda su Netflix - e Nero a Metà 2. Quest’anno l’abbiamo vista nella commedia campione di incassi Belli ciao, con Pio e Amedeo e in Resilient. In questi giorni è al cinema con Hill of vision, di Roberto Faenza, mentre in autunno la vedremo come protagonista nella serie tv di Canale 5 Lady Corleone.

Con la moda che rapporto ha?

«Mi piace moltissimo seguirla, anche perché credo che l’Alta Moda, stia a tutti gli effetti, producendo arte contemporanea. Le sfilate ormai, sempre più si inseriscono in contesti paesaggistici, artistici e culturali mozzafiato».

Quanto ama fare shopping?

«A dire il vero mi stanca moltissimo. Non gli dedico tanto tempo, ma quando lo faccio punto sempre alla qualità. Non amo il consumismo sfrenato, sono decisamente sostenibile».

Come definisce il suo stile?

«Semplice ed essenziale. Mi piace vestire in modo pratico ma senza rinunciare all’eleganza».

E che colore predomina?

«Questo è il mio periodo turchese e blu, anche se ad essere sincera amo un po’ tutte le sfumature».

Ha un indumento a cui non rinuncerebbe mai?

«Alla camicia, il mio evergreen».

E uno che non vorrebbe mai indossare?

«Nel mio armadio non troverete mai nulla di animalier, non l’ho mai trovato adatto a me».

Attualmente quali sono i capi e gli accessori chiave del suo guardaroba?

«In quest’ultimo periodo amo indossare la giacca di lino bianca, abbinata a dei sandali con zeppa color verde intenso».

C’è un capo o un accessorio che indossa come porta fortuna?

«Un paio di orecchini a cui sono davvero molto legata».

Scarpe: alte o basse?

«Sono per la praticità, soprattutto perché vado sempre di corsa, quindi basse».

Quanto si sente sensuale e quanto goffa?

«Il 90% goffa e il restante 10% sensuale. Nel momento poi, in cui per qualche ragione, capisco di essere sensuale ecco che esce fuori la Bridget Jones che è in me e torno goffa».

Non si direbbe affatto però. Ha un capo che la fa sentire bene nelle giornate no?

«Maglioni oversize, colorati e caldi come un abbraccio».

Guardando le foto del passato, le è sempre piaciuto il suo modo di vestire?

«Ho imparato col tempo a conoscere i miei gusti, mia madre mi ha sempre aiutata, ma quando ero giovane spesso facevo dei disastri. Oggi sono diventata più brava, anche perché ci trovo un gran gusto nel vedermi bella».

Le piace attingere da altri guardaroba per i suoi look?

«Dall’armadio di mia madre ho rubacchiato parecchio. Camicie, giacche, addirittura vecchi body intimi anni ‘60, per cui ho un vero e proprio debole. Prendo in prestito capi anche dal mio compagno, soprattutto maglie di cotone e maglioni. Ogni volta mi chiedo: ma perché i pullover da uomo sono più belli di quelli da donna?».

Il prossimo acquisto fashion?

«Un costume da bagno intero e un paio di sandali Birkenstock…però mi sa che, a pensarci bene non sono troppo fashion!».

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 23 Giugno, 08:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA