Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

​«Aerei russi dotati di armi nucleari hanno violato lo spazio aereo svedese». Il capo dell'aeronautica: atto di forza deliberato

La violazione è avvenuta il 2 marzo. Quattro aerei in totale: due d'attacco del tipo Sukhoi 24 scortati da due da combattimento del tipo Sukhoi 27

Mercoledì 30 Marzo 2022
Aerei russi dotati di armi nucleari hanno violato lo spazio aereo svedese: «Atto di forza deliberato»

Due aerei russi che hanno violato lo spazio aereo svedese vicino a Gotland il 2 marzo sarebbero stati equipaggiati con armi nucleari. Lo riferisce la testata svedese TV4 Nyheterna. Secondo le informazioni raccolte dal canale, la violazione è stata un atto deliberato con l'obiettivo di intimidire la Svezia

La violazione del 2 marzo

Il 2 marzo che formazione aerea decollò dalla base aerea russa di Kaliningrad. Quattro aerei in totale: due d'attacco del tipo Sukhoi 24 scortati da due da combattimento del tipo Sukhoi 27. I due aerei d'attacco, secondo fonti di TV4 Nyheter, erano equipaggiati con armi nucleari. A causa del conflitto in Ucraina, l'aviazione svedese aveva alzato la soglia di allerta e era rapidamente notato che i piloti russi si stavano dirigendo verso Gotland.

«Un atto deliberato»

Le Forze Armate non hanno voluto commentare se i due aerei d'attacco fossero dotati di armi nucleari. «Lo valutiamo come un'azione consapevole. Il che è molto grave soprattutto perché sei un paese in guerra», ha affermato il capo dell'aeronautica Carl-Johan Edström. «Abbiamo analizzato l'incidente - ha aggiunto - ed è chiaro che non posso escludere una navigazione errata, ma tutto indica che si è trattato di un atto deliberato. Hanno violato i confini della Svezia».

La strategia russa
 

La violazione del territorio svedese è durata circa un minuto. L'aviazione ha schierato due JAS 39 Gripen che ha raggiunto la formazione russa e ha scattato foto degli "intrusi". Fu in quel momento che fu affermato che gli aerei russi erano equipaggiati con armi nucleari. Osservatori esterni vedono l'incidente come l'espressione di una chiara strategia da parte della Russia. «Un segnale nei confronti della Svezia della possibilità di considerarne l'utilizzo», ha affermato Stefan Ring, esperto di strategia militare.

Ultimo aggiornamento: 1 Aprile, 10:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA