Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Australia, uomo ucciso da uno squalo: la vittima è Simon Nellist, aveva 35 anni e stava per sposarsi

L'uomo è morto l'11 febbraio mentre nuotava nella spiaggia di Buchan Point nei pressi di Malabar vicino Sidney

Giovedì 17 Febbraio 2022
Australia, la vittima dello Squalo killer è Simon Nellist: aveva 35 anni e stava per sposarsi

Si chiamava Simon Nellist l'uomo che è stato divorato da uno squalo di 4 metri in Australia lo scorso mercoledì 11 febbraio mentre nuotava nella spiaggia di Buchan Point nei pressi della città di Malabar vicino Sidney.

I fatti, scene horror sulla spiaggia

L'attacco dello squalo - che secondo i testimoni era lungo circa 4 metri - ha scoinvolto l'intera spiaggia dove decine di persone hanno assistito inorridite alla scena dopo aver sentito le urla del nuotatore. Inutili gli interventi di soccorso che hanno potuto solamente recuperare i resti dell'uomo, morto per le gravissime ferite riportate. Dopo l'incidente undici spiagge della costa di Sydney sono state chiuse ed è iniziata la caccia all'animale. Si tratta del primo attacco mortale di uno squalo a Sydney in 60 anni. L'ultimo si era verificato nel 1963, quando l'attrice Marcia Hathaway, 32 anni, era stata sbranata durante una gita in barca a Sugarloaf Bay.

La vittima stava per sposarsi e si stava allenando per una "gara di nuoto solidale"

Secondo quanto riportato da Sky News, la vittima era Simon Nellist, un uomo di 35 anni di nazionalità britannica espatriato in Australia, residente a Wolli Creek, sobborgo a sud di Sydney, era fidanzato e stava per sposarsi. Era un esperto nuotatore e i suoi amici hanno detto che "amava il mare e l'acqua". Al momento del fatto si stava allenando per partecipare alla Malabar Magic Ocean Swim, una gara di nuoto solidale per sostenere il Rainbow Club of Australia, associazione che finanzia lezioni di nuoto per bambini con disabilità. L'evento, in programma per il prossimo 20 febbraio è stato cancellata per rispetto al signor Nellist. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA