Beirut, dalla Francia: «L'esplosione è stata un incidente». Ma il Libano non commenta

Sabato 8 Agosto 2020
Beirut, dalla Francia: «L'esplosione è stata un incidente». Ma il Libano non commenta

L'esplosione di Beirut è stata un incidente, almeno secondo l'Eliseo, che attraverso una fonte ufficiale fa sapere: «La Francia ritiene che ci siano elementi sufficienti per ritenere che l'esplosione di Beirut sia stata un incidente». Lo riporta il Daily Star. Intanto dal Libano prosegue la politica del «no comment» sulle cause dell'esplosione.

LEGGI ANCHE Beirut, nato durante l'esplosione in ospedale senza elettricità: il miracolo del piccolo George

Il generale Jean Nohra, a capo delle operazioni di soccorso dell'esercito libanese, e il suo collega, il colonnello Roger Khoury, non hanno voluto rispondere alle insistenti domande dei giornalisti sulle cause del primo incendio, verificatosi martedì pomeriggio, dentro o forse vicino l'Hangar n.12, dove erano stoccate le 2.700 tonnellate di nitrato di ammonio esploso in maniera devastante pochi istanti dopo. I due militari si limitano a dire che sono incaricati di fornire «informazioni tecniche sulle operazioni di soccorso».

LEGGI ANCHE «Beirut, non escluso il missile». La versione politica libanese
LEGGI ANCHE Esplosione Beirut, spunta il video di una bomba. Hezbollah: nessun deposito di armi nel porto
 

 

Il bilancio delle vittime

È salito a 158 morti e circa seimila feriti il bilancio dell'esplosione che ha colpito martedì il porto di Beirut. È quanto si legge nell'ultimo bilancio fornito dal ministero della Sanità, che parla di quattro decessi e mille feriti in più rispetto a quelli stimati ieri. Restano disperse 21 persone, come si legge nella nota del ministero rilanciata dall'emittente televisiva Lbc.
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA