Covid, il Nyt: «Pressioni dal Governo per alleggerire le linee guida ed effettuare meno test»

Mercoledì 26 Agosto 2020

Ancora attacchi alla gestione della pandemia di Covid-19 da parte del governo Trump. I Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), l'agenzia Usa per la protezione della salute, hanno ricevuto pressioni dall'amministrazione per cambiare le loro linee guida sui test escludendo le persone che non hanno sintomi del Covid-19 anche se sono stati esposti recentemente al virus. Lo rivela il New York Times citando due dirigenti sanitari federali. Uno ha riferito che l'ordine arriva dall'alto, il secondo che le nuove linee guida non sono state scritte dal Cdc ma imposte.

Coronavirus, Trump: "Annuncio storico. Autorizzato uso d'emergenza terapia al plasma" 
 

Test e asintomatici


La nuova versione delle 'guidelines' spiega che le persone entrate in contatto con un individuo infetto - ossia nel raggio di 6 piedi, 1,8 metri e per almeno 15 minuti - «non ha necessariamente bisogno del test» se non ha sintomi. Scienziati ed epidemiologi sostengono invece che il virus si può diffondere anche se non ci sono sintomi. L'unica eccezione prevista dai Cdc è per gli individui vulnerabili o se le strutture sanitarie o i dirigenti sanitari locali e statali lo raccomandano. Nelle scorse settimane Donald Trump aveva suggerito di fare meno test, affermando che gli Usa hanno il primato di contagi nel mondo perchè fanno più test degli altri Paesi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA