Finlandia, barriere al confine con la Russia per difendersi da Putin: il governo pronto varare la legge per la costruzione

La preoccupazione della Finlandia è aumentata dopo la richiesta formale di adesione presentata alla Nato, di concerto con la Svezia

Finlandia, barriere al confine con la Russia per difendersi da Putin: il governo pronto varare la legge per la costruzione
Finlandia, barriere al confine con la Russia per difendersi da Putin: il governo pronto varare la legge per la costruzione
Giovedì 9 Giugno 2022, 18:14 - Ultimo agg. 10 Giugno, 12:48
3 Minuti di Lettura

La Finlandia sta pensando di costruire barriere al confine con la Russia, per difendersi dalle minacce ibride di Putin. Il governo di Helsinki prevede di modificare la legislazione sui confini, per consentire la costruzione di veri e propri muri anti-Mosca, da erigere sul fianco orientale della nazione. A svelarlo è il ministro degli Krista Mikkonen, in una nota informativa: «Il governo deciderà sulle barriere nelle zone critiche sul confine orientale, sulla base della valutazione della guardia di frontiera finlandese», si legge. 

Irlanda pronta a entrare nella Nato: «Non siamo più neutrali. Per aderire non serve il referendum»

Russia, navi da guerra "spiano" l'esercitazione Nato nel Baltico: avvistate vicino Stoccolma

La pressione della Russia su Helsinki

La preoccupazione della Finlandia è aumentata dopo la richiesta formale di adesione presentata alla Nato, di concerto con la Svezia. E mentre l'esercio partecipa già alle esercitazioni dell'Alleanza, Helsinki continua a temere l'imprevedibilità di Putin, che già in passato ha dimostrato di essere capace di tutto. Attualmente Finlandia e Russia sono divise da ampie foreste e qualche cartello che segnala l'attraversamento del confine. I due Paesi confinano per circa 1.300 chilometri. Il governo si è affrettato a rafforzare la sicurezza delle frontiere poiché teme che la Russia possa tentare di fare pressione sulla Finlandia, inviando richiedenti asilo ai suoi confini.  

 

Le modifiche del governo alla legge includono una proposta per consentire di concentrare la ricezione delle domande di asilo solo in specifici punti di ingresso, riporta "Reuters". In base alle norme dell'Ue esistenti, i migranti hanno il diritto di chiedere asilo in qualsiasi punto di ingresso in un paese membro. Gli emendamenti permetterebbero anche la costruzione di barriere come recinzioni, nonché nuove strade per facilitare il pattugliamento delle frontiere sul lato finlandese.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA