India, sassi e pietre sul corteo nuziale di una "casta inferiore"

Lavoro nei campi a Calcutta
Esponenti di una casta superiore hanno cercato ieri, in un villaggio del Gujarat, di impedire il corteo nuziale di un Dalit (la casta che un tempo era detta dei «paria» o «intoccabili») prendendo gli invitati a sassate. L'attacco si è concluso con l'intervento della polizia che ha disperso gli assalitori a bastonate. Il quotidiano The Indian Express scrive che questo è il quarto assalto nel distretto ai danni di Dalit nel giro di appena una settimana: secondo il racconto di un amico dello sposo, la festa ieri è finita male anche se la famiglia dello sposo aveva chiesto in anticipo la protezione della polizia. Gli esponenti della classe «alta» non tollerano che i Dalit festeggino il matrimonio come tutti gli altri indù; dalla mattina si erano radunati a piccoli gruppi ai lati della strada principale, dove sarebbe passata la processione nuziale e svolgevano riti di purificazione. Quando lo sposo si è avvicinato, circondato da suonatori, parenti e amici, hanno cominciato a tirare pietre e sassi colpendo anche gli agenti. La polizia non ha avuto scelta, e li ha caricati coi bastoni. L'intolleranza e la violenza nei confronti delle caste considerate più basse resta molto presente, anche se vietata dalla Costituzione, soprattutto nelle aree rurali del paese.
Lunedì 13 Maggio 2019, 17:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP