Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mariupol, ora c'è il rischio che scoppi un'epidemia di colera: troppi corpi in putrefazione

Le organizzazioni umanitarie e il sindaco continuano a chiedere un'evacuazione immediata e completa

Giovedì 28 Aprile 2022
Mariupol, ora c'è il rischio che scoppi un'epidemia di colera: troppi corpi in putrefazione

Se si sopravvive alle bombe c'è, in agguato, anche l'emergenza sanitaria che sta attanagliando Mariupol. C'è infatti un rischio di epidemie, tra cui il colera. A lanciare l'allarme sono le autorità locali della città, secondo quanto riferisce la Cnn. Sono circa 100 mila le persone che ancora vivono a Mariupol, dove le condizioni di vita stanno peggiorando anche a causa dell'aumento della temperatura: «Epidemie pericolose e mortali potrebbero presto diffondersi in città a causa della mancanza di acqua e cibo e a causa delle condizioni igieniche sempre più difficili. Migliaia di corpi stanno andando in decomposizione sotto le macerie», è l'allerta del consiglio comunale.

ASCOLTA ANCHE >>> Ucraina: Marina scappa da Odessa, Tamara pensa che la guerra sarà ancora lunga

LEGGI ANCHE >>> Ivan Vavassori sui social: «Sono vivo, ho febbre alta e ferite». Ma la Procura apre un'inchiesta sulla sua missione in Ucraina

 

«Gli occupanti non possono fornire alla popolazione esistente cibo, acqua e medicine. O non sono semplicemente interessati a ciò. Bloccano tutti i tentativi di evacuazione, senza i quali la gente morirà. Ad ora le condizioni di vita sono medievali. È necessaria un'evacuazione immediata e completa», ha detto il sindaco della città Vadym Boychenko.

Ultimo aggiornamento: 17:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA