L'oppositore russo Alexei Navalny in terapia intensiva: «Avvelenato con qualcosa nel tè»

Giovedì 20 Agosto 2020

Il noto oppositore russo, fondatore della Fondazione anticorruzione,  Alexei Navalny, è stato ricoverato in ospedale in Siberia privo di sensi ed è in terapia intensiva. L'annuncio è della segreteria del politico Kira Yarmysh sul suo microblog di Twitter. Navalny si sarebbe ammalato sull'aereo che ha volato da Tomsk a Mosca. L'aereo è atterrato d'urgenza a Omsk, Alexei Navalny è stato portato in ambulanza all'ospedale.

Mosca, tornano le proteste: arrestata anche l'attivista Sobol. Fermate oltre 800 personeCaso Navalny, la Corte di Strasburgo condanna la Russia: violata la libertà politica

Secondo Yarmysh è stato probabilmente avvelenato con qualcosa mescolato al tè. «Era l'unica cosa che beveva la mattina. I medici dicono che la tossina è stata assorbita più velocemente attraverso il liquido caldo. Ora Alexei è incosciente».

 



Alexei Navalny è stato collegato a un ventilatore d'ossigeno e la polizia è stata chiamata in ospedale su richiesta della scorta di Navalny. «Sono certo che questo avvelenamento sia intenzionale - ha detto Kira Yarmysh in un'intervista alla stazione radio Echo di Mosca. - Un anno fa è stato avvelenato in un centro di detenzione speciale. Lo ricordiamo tutti. Ora un altro farmaco, un'altra tossina, ma ovviamente questo è stato fatto apposta con lui».

Secondo i resoconti dei media russi, Navalny è stato in Siberia negli ultimi giorni. In primo luogo, è venuto a Novosibirsk, dove, forse, stava raccogliendo materiale per una nuova indagine   e ha incontrato i volontari. Poi è andato a Tomsk.

Il blogger e oppositore russo Alexei Navalny, portato d'urgenza all'ospedale di Omsk stamattina con sintomi da avvelenamento, non ha mangiato o bevuto nulla durante il volo da Tomsk a Mosca, ha riferito alla Tass un portavoce di S7 Airlines. «Le condizioni di salute di Navalny sono peggiorate drasticamente subito dopo il decollo del volo da Tomsk diretto a Mosca. Alexei non ha mangiato né bevuto nulla a bordo dell'aereo», ha assicurato il portavoce. Secondo il vettore aereo, l'equipaggio ha reagito rapidamente «in conformità con quanto stabilito dalle procedure».

Gli assistenti di volo hanno immediatamente segnalato l'incidente al comandante, che ha fatto atterrare l'aereo all'aeroporto più vicino. Una volta sbarcato Navalny e fatto rifornimento, l'aereo è ripartito alla volta di Mosca. Due passeggeri che volavano assieme a Navalny sono rimasti a Omsk. L'agenzia Tass riferisce ancora che sarà fatta un'ispezione al bar dell'aeroporto di Tomsk dove, secondo i suoi sostenitori, Navalny ha bevuto il tè poco prima di sentirsi male.

Ultimo aggiornamento: 12:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA