Raisi, incidente in elicottero per il presidente iraniano: mistero sulle sue condizioni. In corso incontro d'emergenza con il Consiglio di sicurezza

Secondo i media iraniani, si sarebbe trattato di un atterraggio di emergenza a causa delle cattive condizioni del meteo

Iran, atterraggio d'emergenza per l'elicottero del presidente Raisi: «Nessun ferito a bordo»
Iran, atterraggio d'emergenza per l'elicottero del presidente Raisi: «Nessun ferito a bordo»
Domenica 19 Maggio 2024, 15:14 - Ultimo agg. 20:00
4 Minuti di Lettura

Il presidente iraniano Ebrahim Raisi e il suo entourage sarebbero rimasti coinvolti in un incidente aereo in Iran. I soccorritori al momento starebbero cercando di raggiungere l'elicottero, come riferisce la televisione di stato iraniana. Non chiare al momento le condizioni di salute del presidente.

Raisi, incidente in elicottero per il presidente iraniano: come sta, i soccorsi difficili e le informazioni contraddittorie. Cosa sappiamo

L'incidente

In Iran è stato segnalato un «incidente» ad un elicottero su cui viaggiava il presidente Ebrahim Raisi ed il suo entourage. Lo riporta il Guardian citando la tv di Stato iraniana, secondo cui l'elicottero ha avuto un «atterraggio duro». Secondo i media iraniani, si sarebbe trattato di un atterraggio di emergenza a causa delle cattive condizioni del meteo. 

Secondo l'agenzia iraniana Irna l'elicottero che trasportava il presidente Ebrahim Raisi e il ministro degli Esteri Hossein Amirabdollahian, diretto alla città iraniana di Tabriz dalle zone di confine nord-orientali, ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza durante il tragitto, a causa delle avverse condizioni meteorologiche e nebbia.

Sempre secondo l'Irna, nessuno a bordo è rimasto ferito e il presidente e il suo team hanno proseguito il viaggio verso Tabriz, nella provincia dell'Azerbaigian orientale, in auto. Un fatto, questo, smentito però da altre agenzie di stampa. Secondo l'agenzia russa Tass, infatti, l'agenzia iraniana Mehr avrebbe cancellato la notizia secondo cui il presidente iraniano Raisi non era stato ferito e si stava recando a Tabriz. Sull'accaduto continuano a giungere notizie contraddittorie. Raisi e il suo omologo azero Ilhan Aliyev avevano inaugurato questa mattina una diga sul fiume Aras nelle zone di confine tra i due paesi. 

 

I soccorsi

Dopo l'incidente per l'elicottero del presidente iraniano Ebrahim Raisi, i soccorritori stavano tentando di raggiungere il posto, ha detto la Tv di Stato iraniana, ma sono stati ostacolati dalle avverse condizioni meteorologiche. C'erano state forti piogge e nebbia segnalate con un po' di vento. Irna ha definito l'area «una foresta». Circa 40 squadre di soccorso e 8 ambulanze sono state inviate per cercare l'elicottero, utilizzando anche droni per localizzare il veicolo: lo ha detto il ministro dell'Interno Ahmad Vahidi alla Tv di Stato. «Abbiamo avuto contatti dai funzionari a bordo, ma a causa del maltempo ci vorrà del tempo per raggiungerli», ha aggiunto. Raisi stava viaggiando nella provincia iraniana dell'Azerbaigian orientale. La Tt di Stato ha descritto l'area dell'incidente vicino a Jolfa, una città al confine con l'Azerbaigian, a circa 375 miglia a nord-ovest della capitale iraniana, Teheran. 

Incontro d'emergenza con il Consiglio di sicurezza

Il leader supremo iraniano, l'ayatollah Ali Khamenei, sta partecipando ad un incontro d'emergenza con il Consiglio di sicurezza nazionale, dopo l'incidente  nel quale è coinvolto il presidente Ebrahim Raisi.

Le parole di Khamenei

Il leader supremo dell'Iran, l'Ayatollah Ali Khamenei, ha espresso preoccupazione per l'elicottero scomparso in un incontro pubblico. Lo riporta Al Jazeera. «Speriamo che Dio riporti l'onorevole presidente e i suoi compagni tra le braccia della nazione. Tutti devono pregare per la salute di questo gruppo di dipendenti pubblici. La nazione iraniana non deve essere preoccupata, non ci saranno interruzioni nel lavoro del Paese». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA