CORONAVIRUS

Covid, la Spagna supera il milione di casi UE convoca vertice

Mercoledì 21 Ottobre 2020

L'onda lunga del coronavirus continua la sua avanzata in Europa con la Spagna che supera il milione di casi. Una corsa inarrestabile che sta costringendo sempre più Paesi nel Vecchio Continente a imporre lockdown e restrizioni tanto che i leader Ue hanno deciso di convocare un vertice straordinario, virtuale, per il 29 ottobre nel tentativo di coordinare le risposte alla nuova emergenza.

Sei settimane dopo essere diventata il primo paese europeo a superare i 500.000 casi di coronavirus la Spagna è diventa il primo a superare il milione (1.005.295). Un triste record che arriva proprio quando il governo spagnolo sta valutando la possibilità di imporre il coprifuoco Madrid e la sua regione, le più colpite dal Covid-19 con quasi un terzo dei casi totali. Secondo il responsabile regionale della Salute, Enrique Ruiz Escudero, le autorità locali sono già al lavoro su un'ordinanza per imporre una chiusura totale dalla mezzanotte alle sei di mattina che potrebbe entrare in vigore da sabato, quando terminerà lo stato d'allarme decretato due settimane fa.

 

Anche in Francia, probabilmente il prossimo Paese europeo a superare il milione di casi, si prevedono nuove misure. L'intenzione del governo di Parigi è quella di prorogare fino al 16 febbraio lo stato d'emergenza sanitaria che sarebbe dovuto finire a metà novembre. Il premier Jean Castex nelle prossime ore farà il punto sulle restrizioni adottate sin qui e non è escluso che altri dipartimenti francesi passeranno in «allerta massima».

Covid, in Francia 20mila casi: impennata di morti, sono 262. Europa verso il lockdown

È in parziale lockdown, fino al 3 novembre, la Repubblica Ceca, uno dei Paesi europei che ha avuto il maggior incremento di contagi nelle ultime settimane tanto da risultare il primo in Europa per numero di casi rispetto agli abitanti (975,8 casi ogni 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni). Il governo di Praga ha annunciato che bloccherà il movimento delle persone e chiuderà negozi e servizi. Saranno consentiti spostamenti solo per lavoro, per fare la spesa e per andare dal medico, resteranno aperti solo i negozi di alimentari e le farmacie.

 

Picco di vittime e casi in Russia dove, nelle ultime 24 ore, sono stati registrati 317 morti, il massimo dall'inizio dell'epidemia, e 15.700 contagi.

Il premier polacco, Mateusz Morawieck, ha dichiarato l'intenzione di voler estendere le misure di lockdown a tutta la Polonia nel tentativo di frenare l'impennata di casi di coronavirus. «Suggerisco che da sabato tutta la Polonia diventi zona rossa», ha detto il premier prima di un vertice dell'unità di crisi che dovrà decidere se imporre il lockdown.

Dalla Germania intanto arriva la notizia che il ministro della Salute, Jens Spahn, è risultato positivo al coronavirus. Il politico della Cdu, che è in autoisolamento a casa con sintomi lievi, aveva partecipato ad un consiglio dei ministri al quale era presente anche la cancelliera Angela Merkel ma nessun altro componente del governo sarà messo in quarantena perché, assicurano da Berlino, tutti indossavano la mascherina e la riunione si è svolta nel pieno rispetto delle norme anti-virus. Non si svolgerà in presenza invece il vertice Ue sulla pandemia convocato per il 29 settembre. Un appuntamento per cercare un maggiore coordinamento sulla risposta alla seconda ondata che potrebbe diventare una consultazione settimane o periodica, come proposto al vertice della scorsa settimana.

 

Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre, 00:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA