Il tifone Phanfone devasta le Filippine il giorno di Natale, almeno 16 morti e 6 dispersi

Giovedì 26 Dicembre 2019
Sono almeno 10 le persone morte nelle Filippine a causa dal tifone Phanfone, che ha colpito le province orientali e centrali il giorno di Natale. Ci sono inoltre 6 persone disperse nella provincia di Iloilo, 463 chilometri a sud di Manila, una delle aree più colpite dal vento e dalle intense piogge portate da Phanfone il 24 dicembre, hanno riferito funzionari locali. I 10 decessi sono stati registrati nelle province di Iloilo, Leyte e Capiz.

Terremoto, scossa di magnitudo 3.3 tra Perugia e Macerata: paura nella notte

 

Uno dei tifoni più forti mai registrati, il tifone Haiyan, ha colpito le Filippine nel novembre 2013, uccidendo oltre 6.300 persone e provocando oltre 4 milioni di sfollati.  Il tifone Phanfone, che ha attraversato il Paese con raffiche di vento fino a 160 km/h, ha costretto oltre 58.000 persone a lasciare le proprie case portandosi via tetti, abbattendo alberi e pali elettrici. Sono state completamente distrutti gli edifici fatti con materiali leggeri. Sono state segnalate anche frane e alluvioni. Più di 24.000 persone sono rimaste bloccate nei porti dopo che la guardia costiera ha vietato la navigazione di tutti i traghetti. Sono stati inoltre cancellati almeno 115 voli nazionali. Phanfone, il 21esimo ciclone che ha colpito le Filippine quest'anno, dovrebbe attraversare il Paese entro sabato, secondo l'ufficio meteorologico.
Ultimo aggiornamento: 14:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA