Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

CORONAVIRUS

Usa, l'attore Hughley sviene sul palco, portato in ospedale scopre di essere positivo al coronavirus

Domenica 21 Giugno 2020
L'attore e comico sviene sul palco, portato in ospedale scopre di essere positivo al coronavirus

Prima il malore sul palco, proprio mentre si stava esibendo davanti agli spettatori, e la perdita dei sensi. Poi, gli accertamenti in ospedale e il test del tampone che ha accertato la sua positività al coronavirus. Tanta paura, ma fortunatamente senza conseguenze, per D. L. Hughley, noto attore, comico, opinionista e conduttore radiofonico. 

Coronavirus mondo, diretta. Oms: 183 mila nuovi casi, è record. Oltre 50 mila morti in Brasile, aumenta il contagio in America Latina

D. L. Hughley, 57 anni e un passato di collaborazioni anche con la Cnn e il Jay Leno Show, si stava esibendo venerdì sera in una performance di 'stand-up comedy', in un club storico di Nashville (Tennessee). Improvvisamente, il comico californiano ha accusato un malore, perdendo i sensi e venendo prontamente soccorso dal suo manager e da alcuni addetti del locale. Portato in ospedale, l'uomo è stato sottoposto ad accertamenti e il suo agente ha riferito: «Ha perso i sensi a causa dell'enorme fatica accumulata nei giorni precedenti». Lo riporta Nbc News.
 


Qualche ora dopo, tuttavia, lo stesso D. L. Hughley, in un video-messaggio ai suoi fan sui social, ha spiegato: «Vi ringrazio per i messaggi di sostegno e per le vostre preghiere, li ho davvero apprezzati. A quanto pare, ho solo perso conoscenza e non ho accusato nulla di grave. Mi hanno fatto il tampone e hanno scoperto che sono positivo al coronavirus, anche se non ho alcun sintomo. Sto bene, mi sono ripreso, ma dovrò restare in isolamento per le prossime due settimane nella mia stanza d'albergo. Grazie ai medici e agli infermieri che si sono presi cura di me».

Ultimo aggiornamento: 22 Giugno, 08:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA