Stati Uniti, studentesse troppo "sexy": la scuola ritocca le foto. La denuncia delle famiglie

Giovedì 27 Maggio 2021
Scuola censura foto delle studentesse coprendo parti del corpo «non conformi al codice di abbigliamento»

Negli Stati Uniti una scuola superiore ha apportato modifiche a 80 immagini dell'annuario scolastico, senza il consenso dei ragazzi, con lo scopo di censurare quanto ritenuto "non confome al codice di abbigliamento". Succede in Florida, alla Bartram Trail High School, dove studenti e genitori si dicono ora indignati per l'iniziativa dell'istituto. «Penso che mandi il messaggio che le nostre ragazze dovrebbero vergognarsi dei loro corpi in crescita, e penso che sia un messaggio orribile da mandare a queste ragazze che stanno attraversando dei cambiamenti», dice al Record Adrian Bartlett, mamma di una delle ragazze "ritoccate". La foto di sua figlia è stata modificata aggiungendo vestiario alla zona del petto e delle spalle.

 

 

Una donna alla guida dei pediatri italiani, Annamaria Staiano la prima presidente Sip in 123 anni

 

 

I ritocchi operati dalla scuola sarebbero inoltre di bassa qualità e il loro risultato sarebbe diventato tra i ragazzi, oltre che ogetto di indignazione, anche di riso nei confronti dell'istituzione. «C'è una forma nera sul mio petto e il cardigan sul lato è come spostato e sembra davvero imbarazzante ed ero molto confusa», ha detto a News4Jax la matricola Riley O'Keefe .

La scuola riferisce di essersi riservata la possibilità di adattare digitalmente le immagini, come alternativa all'esclusione dall'annunario degli scatti "fuori dal regolamento". «Le linee guida del codice di abbigliamento sono nel nostro codice di condotta studentesco, ma l'applicazione del codice di abbigliamento avviene a livello scolastico e differisce da amministrazione ad amministrazione», ha detto un portavoce distrettuale a News4Jax.

Francia, 20 cameriere malpagate dell'Hotel Ibis l'emblema delle lotte sindacali femminili

 

Secondo quanto riporta la stazione televisiva, l'annuario incriminato sarebbe stato, tra l'altro, venduto ad un prezzo di 100 dollari per copia. Il codice di abbigliamento era stato oggetto di polemica nella scuola superiore americana già durante la scorsa primavera, quando i genitori avevano fatto notare alla direzione, come il codice fosse rivolto ingiustamente per lo più alle studentesse femmine. 

Ultimo aggiornamento: 17:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA