Capri, il ciclone Poppea sferza l'isola azzurra: pioggia e mare agitato

Sospesi quindi tutti i collegamenti con la terraferma

Il maltempo sferza Capri
Il maltempo sferza Capri
di Anna Maria Boniello
Martedì 22 Novembre 2022, 13:47 - Ultimo agg. 15:19
3 Minuti di Lettura

L’allerta meteo lanciata ieri dalla prefettura e dagli uffici preposti della Regione Campania, ha colpito in pieno Capri. L’isola a partire dalla mezzanotte e sino all’alba è stata flagellata da una violenta tempesta di vento, pioggia e mare agitato, secondo i dati rilevati dalla Guardia Costiera di Capri, la forza del vento ha raggiunto i trentatré nodi con mare forza quattro e onde superiori ai quattro metri.

Sospesi quindi tutti i collegamenti con la terraferma, Napoli e la Penisola. Già ieri sera il Sindaco di Capri Marino Lembo a seguito dell’avviso diramato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri del Dipartimento della Protezione Civile e dell’avviso della Regione Campania con il quale venivano comunicate condizioni meteorologiche avverse aveva ordinato per oggi 22 novembre la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, unitamente a quella dei parchi pubblici, del cimitero e degli impianti sportivi che si trovano all’interno del territorio comunale di Capri. 

 

La tempesta e le pessime condizioni del meteo della scorsa notte hanno confermato quanto annunziato dagli enti preposti pubblici, e per diverse ora sino all’alba di oggi 22 novembre Capri ha subito l’assalto del maltempo.

A monitorare la situazione appena è stato possibile per verificare i danni sono scesi in campo pattuglie di Vigili del Fuoco, della Polizia Municipale e un nucleo di volontari della Protezione Civile, che hanno provveduto a ripulire i viali e stradine che portano alle zone verdi, dove abitano anche diverse famiglie capresi, per rimuovere i tanti rami spezzati, caduti sulle stradine e viottoli che impedivano il normale transito. Tutto normale invece sulle tre strade provinciali che collegano Anacapri con Capri, Marina Grande e Marina piccola dove a parte i fiumi d’acqua che si sono formati ai bordi delle carreggiate nessuna interruzione è stata necessaria a portare alla circolazione. 

L’amministrazione comunale di Anacapri (tra le poche in Campania) non ha ritenuto a tale proposito chiudere gli istituti scolastici che raccolgono in gran parte anche gli studenti delle scuole superiori che risiedono nel comune di Capri, pur tenendo in piedi un’attento servizio di sorveglianza e monitoraggio a tutele dell’incolumità degli studenti. Secondo le previsioni meteo le condizioni del tempo dovrebbero migliorare sin dall’alba di domani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA