Droga sull'asse Spagna-Olanda-Marano: nell'ordinanza di custodia anche il nome del pusher ammazzato pochi mesi fa

Vincenzo Iannone fu trovato privo di vita all'interno di un'auto data alle fiamme in una zona boschiva di Marano

Vincenzo Iannone
Vincenzo Iannone
di Ferdinando Bocchetti
Martedì 16 Gennaio 2024, 17:17 - Ultimo agg. 17 Gennaio, 12:09
2 Minuti di Lettura

Figura anche il nome di Vincenzo Iannone, pusher ammazzato lo scorso luglio a Marano, nell'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Napoli a carico di 29 persone accusate di spaccio e traffico di sostanze stupefacenti. Droga importanta da Spagna e Olanda, che veniva assicurata agli indagati dal broker della camorra Bruno Carbone.

A supportarlo un gruppo di "maranesi", cui era collegato proprio Vincenzo Iannone, megli noto come "Paesano", ucciso da due tossicodopendenti e dato alle fiamme - all'interno di un'auto - lo scorso luglio in una zona periferica di Marano. Tra gli indagati figura anche Luigi Carandente Tartaglia, alias "Gigino 'a guerra", ritenuto contiguo ai clan di Marano e Quarto, arrestato pochi mesi (era latitante) in una clinica del Casertano, dove era stato ricoverato per un intervento al cuore. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA