Ischia, il commissario Giovanni Legnini: «Molti edifici inagibili da delocalizzare»

«Non possiamo più consentire eventi come quelli che si sono verificati, 11 morti, con i vigili del fuoco che sono ancora alla ricerca dell'ultimo disperso»

L'unità di crisi capeggiata dal commissario per l'emergenza Giovanni Legnini
L'unità di crisi capeggiata dal commissario per l'emergenza Giovanni Legnini
Lunedì 5 Dicembre 2022, 12:48 - Ultimo agg. 6 Dicembre, 07:10
2 Minuti di Lettura

«C'è un numero abbastanza elevato di edifici inagibili che va ricostruito o delocalizzato, non ricostruito in sito per ragioni di sicurezza idrogeologica e sismica. Va però garantito ai cittadini il diritto alla casa acquistandola altrove sull'isola, consentendolo nei limiti strettissimi nei quali si può immaginare un'area di una nuova costruzione a Ischia, riutilizzando il patrimonio edilizio esistente e senza nuovo consumo di suolo. Questo sarà oggetto di un piano al quale stiamo già lavorando insieme alla Regione Campania». Lo ha detto il commissario per la protezione civile ad Ischia, Giovanni Legnini, a 24Mattino su Radio 24.

«Il principio inderogabile è quello della sicurezza degli edifici, le case abusive ma anche quelle che non lo sono, dovranno rispettare questo principio», ha aggiunto.

Video

«Non possiamo più consentire eventi come quelli che si sono verificati, 11 morti, con i vigili del fuoco che sono ancora alla ricerca dell'ultimo disperso, non possiamo dimenticare questo. D'altronde i cittadini devono avere questa garanzia di vivere in un territorio sicuro. Ci sarà bisogno di molta persuasione, ci sarà bisogno di pianificazione e ci sarà bisogno anche di risorse perché per poter delocalizzare, convincere, offrire ai cittadini la possibilità di trasferirsi altrove occorrono risorse ovviamente che sono certo il Governo ed il Parlamento non faranno mancare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA