LA FRANA DI ISCHIA

Ischia, frana a Casamicciola: aumentano gli sfollati, la Regione contro nomina Calcaterra

Ripartono gli scavi tra le macerie di Casamicciola: tutti gli aggiornamenti minuto per minuto

Sono ricominciate le ricerche dei dispersi a Casamicciola
Sono ricominciate le ricerche dei dispersi a Casamicciola
Martedì 29 Novembre 2022, 10:00 - Ultimo agg. 30 Novembre, 07:51

Il questore: tutelare le proprietà abbandonate dopo la frana

«Fin dai primi momenti abbiamo avviato delle attività per tutelare e proteggere le proprietà che sono state abbandonate, un'attività che proseguirà sia con il concorso di operatori inviati dal Dipartimento della Pubblica sicurezza, con la collaborazione della Polizia metropolitana e delle Polizie locali dell'isola di Ischia». Lo ha detto il questore di Napoli, Alessandro Giuliano, intervenendo oggi alla conferenza stampa, con il Prefetto di Napoli Claudio Palomba a Casamicciola Terme. 

Alberghi e palazzetti dello sport in caso di evacuazione

Parte della popolazione di Casamicciola potrebbe essere ospitata, in via precauzionale, in strutture alberghiere di tutta l'isola di Ischia e nei palazzetti dello sport in caso di ulteriore allerta. Lo ha detto il prefetto di Napoli, Claudio Palomba.

L'evacuazione sarà prevista dal piano di emergenza di protezione civile che sarà adottato nelle prossime per quell'area rossa - ovvero quella a maggiore rischio - che sarà riperimetrata. Tutte procedure da concludere nel giro di pochi giorni: infatti a fine settimana è previsto un peggioramento delle condizioni meteo. Evacuazione, è stato precisato, che sarà temporaneamente, ovvero solo nel periodo di peggioramento del tempo. 

 

Camillo e Andrea, gli angeli del fango spalano da tre giorni

«Non potevamo restare a casa senza fare nulla, mentre i nostri compagni sono rimasti senza casa. Così abbiamo organizzato, in poche ore, un gruppo su whatsapp per chiedere se i nostri amici e compagni avessero voglia di partecipare ad aiutarci a spalare il fango e aiutare i nostri compaesani intrappolati nei detriti e nel fango». Camillo è uno studente liceale di 16 anni, che con il suo amico Andrea, anche lui 16 anni, che frequenta la Ragioneria, ha deciso di organizzare un gruppo per spalare il fango dopo la frana che sabato ha colpito Casamicciola. Li chiamano gli angeli del fango. Sono quasi duecento e da tre giorni non si sono mai fermati per aiutare gli sfollati e le persone che hanno le proprie abitazioni e i negozi sommersi di fango. Hanno il viso stanco e lo sguardi triste, ma non si fermano. «Crediamo che in un momento di grande difficoltà tutta la comunità dovrebbe dare una mano, e noi lo abbiamo fatto - dicono all'unisono, mentre tengono le vanghe in mano per spalare il fango - Ieri siamo stati in Piazza Bagni, sia nelle case private ma anche al Manzi dove c'è ancora tantissimo fango. Però mancano pale, scope, guanti e anche gli stivali in gomma». 

Manfredi: di allarmi ne arrivano a centinaia

A Casamicciola bisogna mettere in sicurezza le persone, fare gli interventi urgenti per garantire la ripresa normale della vita: aprire le scuole, garantire una viabilità sicura, dare una sistemazione dignitosa a chi ha perso la casa». Lo ha detto il sindaco metropolitano di Napoli, Gaetano Manfredi: «Di allarmi prima dell'emergenza ne arrivano a centinaia. Credo che la valutazione degli allarmi sia stata fatta in maniera corretta. Poi è chiaro che ci sono competenze diverse che si sovrappongono sulla questione del rischio idrogeologico: si deve fare un'opera di semplificazione», aggiunge. 

Il sindaco di Forio: case crollate in zona bianca

«Alcune case crollate sono in zona bianca e con licenza edilizia ». Lo ha detto il sindaco di Forio, Francesco Del Deo, al termine della riunione tenuta a Casamicciola con il prefetto Palomba.

Il sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale, è tornato sulle parole pronunciate ieri dal ministro dell'Ambiente «parlando di un scivolone perché la presenza del sottosegretario Pina Castiello testimonia che il governo ci è vicina». «Mettere in relazione la frana con l'abusivismo è un teatrino di cui Ischia non ha bisogno», ha aggiunto Pascale. 

Aumentano gli sfollati: sono 280

«Al momento sono 280 gli sfollati a Casamicciola», a dirlo è il prefetto Palomba parlando con i giornalisti.

Delle 280 persone sfollate dopo la frana, 179 sono ospiti in albergo e il resto è ospite presso familiari o amici.

Il prefetto di Napoli: «Scuole chiuse fino a sabato»

«Scuole chiuse a Ischia fino a sabato». Ad annunciarlo è il prefetto di Napoli Claudio Palomba incontrando i giornalisti a Casamicciola. «Ma è necessario che la scuola torni di presenza - dice - ce lo auguriamo». 

Aperto un varco tra le macerie

Proseguono da parte dei vigili del fuoco le attività di ricerca dei quattro dispersi dell'alluvione. È stato aperto un varco che consentirà ai mezzi di soccorso, con particolari attrezzature, di arrivare più agevolmente sull'area alta del paese dove proseguono le ricerche degli ultimi quattro dispersi, sottolinea Luca Cari, responsabile della comunicazione dei vigili del fuoco. L'attività procede senza sosta anche se al momento non si registrano novità. 

Video

Calcaterra, dalla Regione Campania parere negativo

La Regione Campania ha espresso parere negativo sulla nomina di Simonetta Calcaterra a commissario per la protezione civile a Ischia, inizialmente indicata dal consiglio dei Ministri. Lo confermano all'Adnkronos fonti della Regione.

Calcaterra dallo scorso luglio è commissario straordinario del Comune di Casamicciola Terme, nominata dopo lo scioglimento del Comune a seguito delle dimissioni di 7 consiglieri comunali sui 12 totali. Il suo nome era stato proposto dal consiglio dei Ministri, riunito domenica scorsa, ma il parere della Regione in questi casi è vincolante.

Migliorano le condizioni dell'uomo ferito

Sono in miglioramento le condizioni dell'uomo ferito nella frana e ricoverato nel Trauma Center dell'ospedale Cardarelli di Napoli. L'uomo, apprende l'Adnkronos, è ancora ricoverato con un politrauma da schiacciamento. È cosciente e le sue condizioni stanno migliorando, ma resterà ricoverato ancora per diversi giorni.

Si tratta dell'unico ferito grave nella frana che si è verificata all'alba di sabato 26 novembre sul versante nord del Monte Epomeo e che ha travolto diverse abitazioni in via Celario, nella parte alta di Casamicciola, sull'isola d'Ischia. 

De Luca: «Basta demagogia a ruota libera»

«Siamo ancora in una fase di piena emergenza, si sta cercando innanzitutto, è questa la priorità, di recuperare i corpi di altri nostri concittadini che sono morti. Poi c'è l'altra emergenza che riguarda 230 famiglie che dobbiamo accogliere e ospitare. Il governo ha stanziato 2 milioni di euro, la Regione Campania 4 milioni di euro per la prima emergenza. Poi andrà affrontato il problema di fondo dell'assetto idrogeologico e dell'abusivismo». A dirlo, a margine di una inaugurazione di un centro antiviolenza a Salerno, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca sulla tragedia di Ischia. 

Continuano le ricerche dei dispersi anche in mare

Si scava ancora a Casamicciola per ritrovare i quattro dispersi che mancano ancora all’appello dopo la frana di sabato scorso che ha fatto già registrare otto morti. 

In queste ore i soccorritori stanno provando a recuperare un cavallo che sarebbe morto sul colpo già lo scorso sabato e che potrebbe condizionare il fiuto dei cani impegnati nelle ricerche. 

Solo dopo aver compiuto questa operazione si potrà più agevolmente individuare i corpi dei dispersi sotto le macerie e il fango. Al momento è stato individuata un’area dove due dei quattro corpi potrebbero trovarsi. 

Luca Cari, responsabile della comunicazione dei vigili del fuoco, impiegati in forze nelle operazioni, spiega che non è stato ancora recuperato nessuno dei quattro corpi dei dispersi.

Il centro coordinamento soccorsi a Casamicciola

Si terrà questa mattina, alle 10.30, a Casamicciola, un vertice unitario del centro coordinamento soccorsi e del centro operativo comunale di Casamicciola, presieduto dal commissario straordinario del Comune di Casamicciola Simonetta Calcaterra, nominata dal Consiglio dei ministri, anche commissario per l'emergenza ad Ischia.

È stato ieri il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, a renderlo noto, incontrando i giornalisti al termine del comitato di coordinamento dei soccorsi in prefettura di Napoli. «Il vertice fatto unitariamente con una presenza in loco è stato deciso per rendere estremamente operativa la nostra attività, in particolare sulla perimetrazione della zona rossa», ha spiegato Palomba. 

Accelerare la ricerca dei quattro dispersi dell'alluvione di Casamicciola. Si riparte questa mattina con la preoccupazione che la pioggia, annunciata tra oggi e domani sull'isola di Ischia, renda ancora più complicate le operazioni di individuazione dei corpi. Il fango in strada da spalare è ancora tanto e si teme per ulteriori ostacoli che provocherebbero piogge intense.

Le ricerche si concentrano nella zona di via Celario, la cosiddetta strada della morte dove la frana ha provocato i maggiori lutti. Il bilancio della tragedia al momento è di otto morti, cinque feriti, 230 sfollati.

Dopo il ritrovamento, nella giornata di ieri del quindicenne Michele Monti, i quattro dispersi sono Valentina Castagna e Gianluca Monti, giovani genitori dei tre fratellini di 15,11 e 6 anni trovati morti, Salvatore Impagliazzo, compagno di Eleonora Sirabella, la ragazza prima vittima del disastro recuperata e una donna di 31 anni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA