Reddito di cittadinanza, tre donne lo percepisono indebitamente: danno allo Stato per 36.000 euro

Una non avrebbe dichiarato otto immobili e un terreno

Guardia di finanza a Torre Annunziata
Guardia di finanza a Torre Annunziata
Martedì 15 Novembre 2022, 16:04 - Ultimo agg. 19:01
2 Minuti di Lettura

Avrebbero percepito indebitamente il reddito di cittadinanza: decreto di sequestro per quasi 36.000 euro a tre donne nel Napoletano.

A eseguire il provvedimento, emesso dal gip del tribunale di Torre Annunziata su richiesta della procura oplontina, sono stati gli uomini del comando provinciale della Guardia di finanza di Napoli tra Torre Annunziata, Boscoreale, Boscotrecase e Santa Maria la Carità.

Video

Tre donne nel napoletano avrebbero percepito indebitamente il reddito di cittadinanza: per loro un decreto di sequestro per quasi 36.000 euro.

Le tre indagate, stando alle indagini, avrebbero compilato in maniera non veritiera la domanda diretta ad usufruire della misura assistenziale. Una di loro avrebbe omesso di dichiarare la presenza di un componente del proprio nucleo familiare condannato per reati legati all'articolo 416 bis del codice penale e sottoposto alla misura cautelare della custodia in carcere.

Le altre due indagate non avrebbero dichiarato, in un caso, il possesso di otto immobili e di un terreno, mentre nell'altro, i redditi da lavoro dipendente percepiti da uno dei componenti del proprio nucleo familiare.

Tali mancanze avrebbero permesso di raggirare l'Inps, con un danno per le casse dello Stato pari a 35.919 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA