Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

La Puglia chiede aiuto ad Albertini: c'è una «Taranto sotterranea» da valorizzare come Napoli

Giovedì 28 Luglio 2016
Taranto Sotterranea, nel riquadro Enzo Albertini
La Napoli del sottosuolo diventa un esempio da seguire e imitare. Taranto ha deciso di valorizzare le proprie risorse ipogee ed ha chiesto a Enzo Albertini, patron di Napoli Sotterranea una consulenza e un aiuto per sviluppare un progetto turistico adeguato. 

A dire la verità Albertini è andato anche oltre: non solo consigli per la crescita turistica ma anche una donazione di 20mila euro da destinare interamente alla ricerca e all'espansione di Taranto Sotterranea. 

La Regione Puglia ha già in animo di sposare il progetto di sviluppo turistico ipogeo ed ha già annunciato di voler realizzare, a sue spese, una mappatura dei siti sotterranei della città. Nel frattempo Albertini ha lasciato per qualche giorno la sua Napoli Sotterranea ed è andato proprio a Taranto, su invito del consigliere regionale Gianni Liviano per offrire il suo immenso contributo d'esperienza.

Il patron di Napoli Sotterranea è stato accolto con entusiasmo dagli operatori turistici e dai referenti dei siti ipogei di Taranto: Già conoscevo la città - ha detto Albertini - ma adesso ho scoperto che ci sono meraviglie nel sottosuolo che meritano di essere conosciute in tutto il mondo. Il mio impegno è di restare vicino al progetto fino al momento in cui diventerà operativo: la mia esperienza e la mia passione sono a disposizione di Taranto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA