Acerra, intitolata a Totò la biblioteca della Casa del cinema: inaugurazione con la nipote Elena de Curtis

Martedì 25 Gennaio 2022 di Enrico Ferrigno
La nipote di Totò, Elena De Curtis

La biblioteca della Casa del cinema e delle arti di Acerra sarà intitolata a Totò. Alla cerimonia fissata per venerdì prossimo alle 18 nell’ex granile del Castello baronale, parteciperà anche la nipote del comico napoletano, Elena de Curtis. 
La biblioteca conta al momento duemila tra libri e filmati dedicati ad attori e registi napoletani o, comunque, ad opere artistiche realizzate in Campania. 
Nel corso della manifestazione sarà anche inaugurata una retrospettiva dedicata a Totò a cura di Rai Teche. Prevista inoltre una presentazione di libri e testi, tra poesia e letteratura, che hanno come protagonista Antonio De Curtis.
A coordinare l’evento sarà il regista Giuseppe Alessio Nuzzo, direttore della struttura acerrana inaugurata nelle scorse settimane nel Castello baronale di Acerra.

«La Biblioteca e l'intero progetto della Casa del Cinema e delle Arti - co-finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Gioventù, si candida a divenire un punto di riferimento per giovani, scuole, cittadini e Università del territorio regionale e del Sud Italia e negli anni un vero e proprio centro di documentazione», spiega il regista Nuzzo.
L'archivio si suddivide in otto settori artistici, dal cinema al teatro e alla letteratura, dalla pittura e scultura alla musica, dall'architettura alla danza, ed è munita anche di un’area multimediale, una mediateca/fonoteca con catalogo digitale e area studio/consultazione annessa.
Nella biblioteca, aperta il martedì e il giovedì dalle 16 alle 20, il sabato dalle 10 alle 20 e la domenica dalle 13 alle 20, è possibile anche consultare l'archivio di dvd e bluray dai classici ai film più moderni con la possibilità di organizzare delle proiezioni condivise.

Video


Per sabato prossimo, invece, sempre alle 18 è prevista una manifestazione con l’attrice Ludovica Nasti e il musicista Pino De Maio. A seguire un dibattito sulle contaminazioni della canzone napoletana e del cinema partenopeo. Per l’occasione sarà presentato il “Dizionario del nuovo cinema partenopeo” a cura dello storico Giuseppe Borrone. Domenica prossima, infine,  alle ore 18 il focus è su danza e architettura con la partecipazione del Direttore del Balletto del Teatro San Carlo Clotilde Vayer, e dell’architetto Alessandro Ciambrone promotore del Centro Unesco di Caserta.
Gli eventi sono ad ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria sul sito www.casadelcinema.info .

© RIPRODUZIONE RISERVATA