Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Auto elettriche, la svolta a Napoli: «Ecco 60 punti ricarica»

Giovedì 16 Giugno 2022 di Valerio Iuliano
Auto elettriche, la svolta a Napoli: «Ecco 60 punti ricarica»

La svolta green, sul fronte della mobilità, si avvicina. La ricarica di un'auto elettrica, a Napoli, non è più un'utopia. Lo stop alla produzione di auto con motori endotermici - quelli alimentati con benzina, diesel e gas - dal 2035 impone alle città di puntare subito sulle infrastrutture necessarie per la transizione alla mobilità elettrica. Il cambiamento che si determinerà impone tempi rapidi.

A Napoli sta per nascere un'infrastruttura capillare per i veicoli alimentati con motori non endotermici. A realizzarla sarà Enel X Way, che si è aggiudicata il primo lotto del bando sulla mobilità elettrica, in vista della realizzazione della prima rete di ricarica su suolo pubblico per veicoli elettrici. L'obiettivo è quello di installare oltre 60 stazioni di ricarica nelle aree più strategiche della città, con un mix tecnologico che va dalle infrastrutture Quick da 22 kW alle Fast da 150 kW di potenza, fino alle HPC, acronimo di High Power Charging, ovvero dei caricatori con una potenza fino a 300 kW, che consentono di fare un pieno di energia elettrica per un veicolo in circa 20 minuti. Le colonnine sorgeranno tutte sulle strade cittadine ed è in corso un'analisi dettagliata della rete urbana, da parte dell'amministrazione comunale e di Enel. Per la realizzazione del progetto si prevedono tempi piuttosto rapidi. Le 60 stazioni di ricarica dovrebbero vedere la luce entro l'inizio del prossimo anno. «Siamo estremamente soddisfatti dell'aggiudicazione del primo lotto del bando del Comune di Napoli sulla mobilità elettrica, un grande passo - sottolinea Elisabetta Ripa, Ceo di Enel X Way - che dimostra ancora una volta la nostra leadership nella realizzazione di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici. Napoli è una città strategica per lo sviluppo di un modello di elettrificazione dei diversi tipi di mobilità. Doteremo il capoluogo campano di soluzioni di ricarica veloce e tecnologicamente all'avanguardia, che serviranno da volano per la realizzazione di servizi connessi alla mobilità elettrica, per rendere la città più smart e attenta alle esigenze dell'ambiente».

Video

I punti di ricarica saranno facilmente individuabili e prenotabili attraverso l'app di Enel X Way. Tutte le stazioni saranno alimentate esclusivamente da energia proveniente da fonti rinnovabili. L'aggiudicazione del bando da parte di Enel X Way rappresenta il primo tassello per la crescita di una rete di ricarica pubblica in città e contribuisce ad accrescere il numero di punti di ricarica in tutta la Campania, che oggi ne conta circa 600. Per Napoli si tratta di un passo fondamentale verso forme di mobilità alternativa. Il trasporto stradale contribuisce attualmente - secondo i dati Ispra - per il 23 per cento alle emissioni di gas serra (di cui quasi il 70 attribuibile alle automobili), per circa il 40 per cento alle emissioni di ossidi di azoto e per il 10 alle emissioni di particolato, le cosiddette polveri sottili. Quella con veicoli elettrici è la modalità verso cui è destinata a convergere l'industria automobilistica, nei prossimi anni. Per accelerare il passaggio, occorre al più presto una rete di ricarica pubblica. Napoli è oggi all'ultimo posto, tra le grandi città, per il numero delle stazioni di ricarica. Se ne contano poco più di 200, tutte realizzate da privati. Enel X Way è la nuova business line globale del Gruppo Enel interamente dedicata alla mobilità elettrica. Attualmente, sono circa 350mila i punti di ricarica che Enel X Way gestisce direttamente e attraverso gli accordi di interoperabilità sviluppati in tutto il mondo. Lo sviluppo delle tecnologie per la ricarica punta anche all'elettrificazione dei trasporti per consumatori, aziende e pubbliche amministrazioni. 

Ultimo aggiornamento: 18:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA