Caos e rifiuti a Fuorigrotta, una vecchia
Fiat 500 trasformata in cassonetto

Martedì 26 Ottobre 2021 di Alessandra Martino
Fuorigrotta, una 500 è stata trasformata in cassonetto

Piazza Italia è una piazza di Napoli situata nel quartiere Fuorigrotta. Si trova tra via Giulio Cesare e viale di Augusto. Piazza satellite è largo Alessandro Lala, i cui limiti al giorno d'oggi si confondono con la piazza più grande, ottenendo un unico grande slargo.

La realizzazione della piazza risale al Fascismo, nell'insieme del grande progetto di costruzione di un quartiere moderno, in cui sarebbe stata costruita la grandiosa Mostra d'Oltremare.

Una piazza apparentemente ignota. Quello che doveva essere, invece, da «Italia ‘90», fino alla Ltr e alla Linea 6 del metrò, l’inizio della rinascita di un quartiere che mantiene comunque la sua bellezza e il suo fascino malgrado l’incuria del Comune. Oggi, è la Piazza dei panni stesi, la Piazza dei graffiti, la Piazza campo di calcio. La Piazza degli scugnizzi. La Piazza della vergogna. I senza tetto fanno di tutto sotto gli occhi di tutti.

Piazza Italia venne inaugurata nel 2006 perché doveva fare, assieme alla confinante piazza Lala, da contorno alla nuova fermata della Linea 6 del metrò. Poi la stazione ha chiuso, anzi non è quasi mai stata aperta, e tutto intorno è stato abbandonato.

 

Fa impressione vedere un luogo trasandato comunque frequentato dai cittadini che non hanno altri spazi aperti dove andare e provano nonostante non sia compito loro a tenerla pulita. «Proviamo a tenerla pulita per quel che possibile», racconta un redidente della zona.

Vestiti, mascherine, vandalizzazioni, sporcizia. Ormai quasi nessuno se ne accorge. Dopo la distruzione delle aree verdi – riservate al divertimento dei più piccoli – i cittadini del quartiere assistono da tempo, alla distruzione sistematica delle strutture della metropolitana di linea 6, e dell’area destinata a parco giochi. Da regno dei bambini è diventato impero delle baby gang

Video

Non è tutto. Alle spalle della Piazza di Fuorigrotta succede di tutto: le persone frugano nei cassonetti nella speranza di trovare avanzi di cibo, indumenti dismessi o altri oggetti utili a combattere la povertà dilagante.  

Ma la vera sorpresa è vicino ai cassonetti, una vecchia 500, parcheggiata è stata sventrata e trasformata in un cassonetto abusivo.

Comune, municipalità, metropolitana. Di chi la colpa? Ognuno, ovviamente ha fatto  da scaricabarile. Il risultato è però sotto gli occhi di tutti.

Da più di un anno, la Piazza è in ristrutturazione per riattivare la Subtratta Mostra-Mergellina. «Noi siamo qui per evitare che i lavori possano essere interrotti o danneggiati da malintenzionati. I lavori dovrebbero terminare a Gennaio 2022», queste le parole dell’uomo della Vigilanza sul posto.

Intanto, Fuorigrotta è diventata uno dei luoghi simbolo del degrado e dell’immobilismo amministrativo. Ma una luce si intravede all’orizzonte.

Ultimo aggiornamento: 21:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA