Capodanno cinese 2021: l'11 febbraio anche Napoli festeggerà insieme con la comunità di Pechino, evento in streaming

Martedì 9 Febbraio 2021 di Emma Onorato
Foto di Jun Qin presidente dell'Associazione Ciao Cina

Anche quest'anno Napoli festeggerà con la Cina il Capodanno cinese 2021; la data è fissata per l'11 febbraio ma stavolta l'evento si svolgerà in streaming. L'appuntamento è alle ore 16.50 (ora italiana) ed è online, serve solo collegarsi al sito: www.capodannocinese.it e partecipare ai festeggiamenti. In programma è prevista l'esibizione di diversi artisti che richiamano alla tradizione cinese. Canzoni cinesi e danze tipiche, ma anche canzoni napoletane: davvero un bel connubio. A parlarne è direttamente il presidente Jun Qin dell'Associazione Ciao Cina che spiega: «L'emergenza sanitaria legata al coronavirus ha colpito la Cina, l'Italia ed il mondo intero.

Video

Quest'anno, a causa della pandemia, il nostro Capodanno non si svolgerà in presenza, come di consueto in Piazza del Gesù, ma in diretta streaming con Pechino, Napoli e Wuhuan in collegamento per gli auguri di buon anno. La presenza in rete è fondamentale per non interrompere la tradizione del nostro Capodanno cinese. Continua la connessione tra Italia e Cina, scegliendo brani e rappresentazioni della cultura sia cinese che italiana». In particolare, da come racconta Jun Qin, questo evento si focalizzerà sulla cultura e canzone napoletana: è stata lanciata una gara di musica napoletana che vedrà come protagonisti del Capodanno cinese i tre artisti vincitori della sfida musicale. Tra le canzoni napoletane selezionate ritroviamo: I' te vurria vasà, Tu sì 'na cosa grande e 'O surdato 'nnammurato. Il 2021 dovrà essere l'anno della rinascita e del rinnovamento, sia per gli italiani che per i cinesi; il popolo cinese identifica il nuovo anno con il simbolo del bue, al quale associa la forza simbolica di questo animale, un animale che richiama a diverse virtù: la diligenza, la forza d'animo e la forza di volontà. Secondo Jun Qin gli italiani, ed in particolare i napoletani, hanno molto in comune con il popolo cinese ed afferma: «Li accomuna la condivisione dei momenti di allegria, di gioia e di festa: i festeggiamenti del Capodanno cinese ne sono l'esempio; un bel momento d'incontro che ci ha unito negli anni passati e continua a farlo anche quest'anno». Qin ricorda che l'Associazione Ciao Cina ha organizzato l'evento del Capodanno 2021 in sinergia con l'istituto Confucio e con il patrocino morale del Comune di Napoli. L'associazione di cui fa parte Qin è di volontariato ed ha lo scopo di promuovere lo scambio culturale tra Cina e Napoli, ma quest'anno, a causa della pandemia, l'organizzazione di eventi culturali è stata rallentata; nonostante gli impedimenti, legati all'emergenza sanitaria, l'associazione non ha mai chiuso i battenti: le porte del mondo del web hanno permesso di dare continuità al loro lavoro. Qin guarda al futuro e dichiara: «Lo sguardo è rivolto al futuro verso nuove opportunità e in prospettiva di ulteriori collaborazioni con associazioni simili alla nostra». L'associazione si occupa anche dell'integrazione di lavoratori e persone che dalla Cina si trasferiscono in Italia per motivi professionali e familiari; il presidente Qin ci spiega che all'interno della comunità i cinesi sono molto felici di vivere a Napoli, la definiscono la città del sole. La gioia di vivere qui è immensa e Napoli è altamente apprezzata dai cinesi. L'augurio di Jun Qin si riallaccia al desiderio di far cresce la sua associazione con lo scopo di renderla come un ponte che collega e unisce la cultura cinese a quella italiana.

Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio, 10:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA