Carcere di Secondigliano, detenuti e agenti in campo per Noemi

di Andrea Ruberto

0
  • 50
Detenuti, agenti di polizia e volontari scendono in campo per urlare insieme “No alla violenza criminale”. La III edizione del “Fair Play E-Vent Cup” dal titolo «Giochiamo il futuro calciando il passato», organizzata in collaborazione con il Centro Penitenziario di Secondigliano, sarà dedicata a Noemi, la bimba colpita da un proiettile vagante lo scorso 3 maggio durante un agguato camorristico. L’iniziativa mira, attraverso l’aggregazione sportiva, a favorire iniziative con gli studenti delle scuole del quartiere per prevenire e contrastare il fenomeno del bullismo, delle devianze minorili e della violenza in generale. La manifestazione prenderà il via giovedì 16 maggio con un dibattito su devianza e criminalità con gli alunni delle classi elementari presso l’Istituto comprensivo Giovanni Pascoli 2. Venerdì 17 maggio gli studenti incontreranno poi i detenuti e dopo la celebrazione della Santa messa da parte di don Augusto Piccoli avrà luogo il tanto atteso incontro calcistico.L’iniziativa, che è a cura dell’associazione internazionale O.C.C.T. nata nella sede centrale di Cittadella (Padova), prevede una raccolta fondi per l’acquisto della DIGNI-CAP (uno speciale “casco” per evitare la caduta dei capelli durante le sedute della chemioterapia) da donare al reparto oncologico dell’ospedale di Cittadella, che sarà poi gestito insieme alle associazioni Altre Parole e Insieme per Mano ad uso gratuito per i pazienti che ne avranno necessità.
 

«La III edizione del Fair Play a Secondigliano sarà dedicata a Noemi - dichiara Maurizio Moschetti, presidente VII Municipalità - Vogliamo in tal modo rispondere all’appello del papà della bimba, che tramite i suoi legali, chiede che la famiglia non sia abbandonata. Ora ci deve essere un impegno concreto delle istituzioni e per questo proporrò al Consiglio della nostra Municipalità di devolvere il gettone di presenza alla famiglia della piccola, per sostenerli in tutte le difficoltà che dovranno affrontare».

L’evento è ideato da Franca Lovisetto della E-Vent e Piermassimo Caiazzo dell’associazione O.C.C.T. che promuove l’evento insieme all’associazione Sguardo Sociale, in collaborazione con il Centro penitenziario di Secondigliano, l’Istituto comprensivo Giovanni Pascoli II-Marta Russo Plesso Carbonelli e la parrocchia dei Sacri Cuori e il Centro sportivo Andrea Capasso, con il patrocinio della VII Municipalità.
Martedì 14 Maggio 2019, 16:23 - Ultimo aggiornamento: 14-05-2019 16:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP