Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, caserma in villa Letizia a Barra: confermato il finanziamento di mezzo milione

Giovedì 10 Marzo 2022 di Alessandro Bottone
Napoli, caserma in villa Letizia a Barra: confermato il finanziamento di mezzo milione

Da storica dimora a stazione dei Carabinieri. Prosegue l'iter per realizzare il presidio di forze dell'ordine nell'antica villa Letizia a Barra, quartiere a est di Napoli, una delle centoventidue ville vesuviane del cosiddetto "Miglio d’Oro".

Il Comune di Napoli curerà gli interventi per adeguare gli spazi a caserma avendo a disposizione 506mila euro. Si tratta delle risorse del "Patto per lo Sviluppo della Città metropolitana di Napoli", ora confluite nel "Piano Sviluppo e Coesione Città di Napoli". In particolare, saranno alcuni spazi della settecentesca villa di via Giambattista Vela, attualmente abbandonati, ad ospitare il corpo dei Carabinieri. La superficie interessata è di settecento metri quadrati: essi necessitano di lavori di adeguamento funzionale e impiantistico. Gli interventi riguardano il piano terra, il primo piano e un alloggio indipendente unifamiliare. Murature da riparare, rivestimenti e infissi da sostituire, impianti da rifare. Materiali e tecniche costruttive dovranno tener conto dei vincoli esistenti sul bene di Napoli Est. Altresì, si mira alla massima efficienza energetica dell'edificio a ridosso del quale insiste un bellissimo parco, anch’esso di proprietà comunale.

Di recente gli uffici di Palazzo san Giacomo hanno affidato a professionisti esterni lo svolgimento di alcune indagini essenziali per valutare la sicurezza dell’immobile: rilievi, carotaggi, spicconature per esami visivi. Alcuni saggi, mediante scavo, riguardano anche la fondazione. Si tratta di passaggi fondamentali anche per l'ulteriore fase, ovvero quella di progettazione definitiva ed esecutiva: anche questa è stata affidata a una società esterna.

Di tale progetto sin parla sin dal 2019 quando il consiglio della VI municipalità (Barra, Ponticelli, San Giovanni a Teduccio) - competente sul bene - aveva approvato un documento per avviare la progettazione dei lavori che, stando ai portali istituzionali, sarebbero dovuti essere stati portati a termine entro dicembre 2020. Poi il rinvio a dicembre 2021 a causa dell’emergenza Covid. Per l’effettiva realizzazione della caserma saranno necessari ancora molti mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA