Chef stellati, a Ischia in migliaia sul corso Colonna per le degustazioni d’autore

Lunedì 8 Gennaio 2018 di Massimo Zivelli
Gli chef stellati a Ischia

Uno strepitoso successo quello dell'altra sera nel salotto buono di Ischia dove, in termini di presenze e di apprezzamento, chef, pizzaioli e pasticcieri stellati, hanno accolto un pubblico di diverse migliaia di persone fra le quali tantissimi turisti, per la seconda edizione di Stelle in Strada, per assaggi d’autore. L'evento si è svolto lungo il centralissimo corso Vittoria Colonna, costellato di decine di postazioni. Una festa dell’enogastronomia che ha coinvolto 16 chef, cinque maestri pizzaioli, e anche sette maestri pasticcieri in un lungo percorso nei meandri del gusto, tra gli eventi più memorabili delle festività di Natale sull’isola e con un occhio, doveroso, al popolo dei terremotati del sisma che, lo scorso 21 agosto, ha colpito Casamicciola e Lacco Ameno. La grande squadra degli ambasciatori delle ricette tradizionali dell’isola e della Campania, per l’occasione rivisitate secondo l’estro e il talento dei maestri della cucina, è stata capitanata da Nino Di Costanzo, chef bistellato di Danì Maison e nome di spessore internazionale, il cui spaghetto con aglio, olio, alici e pinoli è stato uno dei piatti più ricercati della serata.  Con lui ha brillato la stella di Pasquale Palamaro, di stanza all’Indaco dell’Albergo della Regina Isabella. Applausi per Giovanni De Vivo, executive chef del Mosaico, al Terme Manzi, e Crescenzo Scotti, di stanza al Flauto di Pan a Villa Cimbrone, Ravello.  E ancora: Agostino D’Ambra de Il Focolare, Michelangelo Iacono de Il Monastero, Nunzio Calise de L’altra mezzanotte, Giuseppe D’Abundo di Chandelier, Angelo Pesce e Ivan Maresca del ristorante Da Ida, Gabriella Pesce de Le Petrelle, Raffaele Angelino di Terrazza Cafiero, Hotel Le Querce, Leonardo Di Meglio de Il Bracconiere, Emanuel Di Liddo del Negombo, Beniamino Monte del Visconti, Diodoro Barbato e Antonio Caruso di Rapuano, Giancarlo Lo Giudice de Il Corbezzolo, Mirella Persico di Mille Molliche.  Ciro Calise de La Lampara, al quale l’organizzazione augura pronta guarigione, ha dovuto dare forfait. Per gli amanti della pizza, occhio a Ivano Veccia del ristorante da Ciccio, Domenico Iacono de Il Triangolo, Mario Buono de La Rosa dei Venti, Michele Luongo e Andrea Piro di Rossopomodoro. L’universo del dolce è stato invece rappresentato da Nello Iervolino di Indaco, dal bar Calise, da Angelo Trani della pasticceria  Angelo, Bar Luisa, Giovannangelo De Angelis de L’Atelier delle Dolcezze, Alessandro Slama di Ischia Pane, da Luigi Di Meglio de Il Triangolo. L’evento, curato da Acm comunicazione con il patrocinio del comune di Ischia e della Regione Campania e la collaborazione degli studenti dell’istituto professionale alberghiero di Ischia, è nato da un’idea di Nino Di Costanzo e Ettore Guarracino, con la preziosa collaborazione di Pasquale Palamaro. Il ricavato sarà devoluto in beneficenza per la popolazione isolana che ha subito le conseguenze del sisma dello scorso 21 agosto. “Siamo profondamente orgogliosi del buon esito di un evento che ha festeggiato la sua seconda edizione e che punta forte sulla qualità dell’enogastronomia del nostro territorio – ha commentato la consigliera comunale di Ischia, Carmen Criscuolo, che ha partecipato attivamente all’organizzazione dell’evento – e siamo certi di aver regalato agli isolani e ai turisti una serata degna del buon nome di Ischia, in grado di rappresentare una chiara linea verso cui tendere per gli eventi futuri, a cominciare dalla terza edizione di Stelle in Strada”.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA