Circolo Posillipo, è lite sulla colletta: pressing per l'azzeramento delle attività sportive

di Lucio C. Pomicino

Acque agitate tra i soci del Posillipo per la querelle sull'acquisto della sede del circolo messa in vendita dal Comune di Napoli. Per procedere all'operazione, avendo il circolo già espresso il diritto di prelazione, è necessario l'impegno diretto dei soci o in termini di fideiussione nei confronti della banca che dovrebbe concedere (in parte) il mutuo oppure nel sottoscrivere una colletta del valore del 30% dell'importo pattuito con l'amministrazione cittadina (6 milioni e 500mila euro, quindi circa 2 milioni) oltre ad un rateo annuale per la restante cifra da versare a Palazzo San Giacomo per almeno dieci anni. In entrambi i casi bisognerà inevitabilmente passare per la riduzione dei costi delle attività sportive.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 6 Aprile 2019, 08:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-04-06 17:03:38
I soci di questo circolo non hanno le sostanze per fare fronte ad un tale affare. Piuttosto che esporsi, per entrambe le parti,ad un vergognoso futuro di morosità, con ulteriore decadenza della struttura, meglio sarebbe darla in concessione a chi porta denari freschi, e non titoli onorifici senza valore venale. Con tutta la simpatia per i soci attuali.
2019-04-06 10:48:50
Un circolo che naviga in cattive acque!
2019-04-06 10:29:12
giusto privatizzare e far cassa ma questo valga anche per il club tennis Napoli per il quale club paga un fitto per quel posto misero.

QUICKMAP