Crociata antislot, a Capri tutto da rifare: respinto il ricorso del Comune

di Anna Maria Boniello

Il Consiglio di Stato ha respinto, in via cautelare, la richiesta del Comune di Capri di annullare la sentenza del Tar Campania, pronunciata a novembre, sull'abolizione delle macchinette slot machine all'interno del territorio comunale. Capri quindi resta un'isola no slot a metà.: l'abolizione delle dannose macchinette mangiasoldi resta valida solo nel Comune di Anacapri che aveva intrapreso un percorso diverso da quello del Comune di Capri, ricorrendo addirittura a un referendum tra la popolazione. Il diniego del Consiglio di Stato riguarda la nullità del voto del consiglio comunale che ha varato il regolamento, poiché non era presente la maggioranza qualificata dei due terzi prevista per questo tipo di delibere dallo Statuto comunale.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 9 Febbraio 2019, 07:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP