Capri, digitalizzazione e arte alla Certosa di San Giacomo

Sabato 9 Ottobre 2021 di Anna Maria Boniello
Capri, digitalizzazione e arte alla Certosa di San Giacomo

La Certosa di San Giacomo a Capri, il trecentesco complesso monumentale, dove è anche il museo dedicato al pittore tedesco Karl Diefenbach, ha ospitato in questo fine settimana due importantissimi eventi che hanno posto all’attenzione argomenti diversi: l’arte con la mostra dell’artista Paolo Cirio che calerà i battenti il 3 novembre e la digitalizzazione della giustizia che ha visto alla ribalta nomi importanti di magistrati ed esperti che si danno appuntamento sull’isola ogni anno al termine della stagione turistica.

 

A portare i saluti della Città di Capri ad entrambi gli eventi è stato il Sindaco di Capri Marino Lembo che ha dato il via ai lavori nella chiesa della Certosa, che ha visto gli interventi di nomi importanti del mondo giudiziario con il coordinamento scientifico di: Antonella Ciriello, Ileana Fedele, Enzo Vincenti Gabriele Carlotti, Alessandro Baro, Giuseppe Fichera, Alessio Scarcella, Antonio Corbo, Massimo Ferro, Vincenzo Tutinelli, Ferdinando Lignola. Sull’altro versante nella mostra d’arte “Natural Sovereignty”, nell’ala del quarto del priore, spiccava la presenza della dott. Marta  Ragozzino dirigente della Direzione Regionale Musei Campania, insieme al direttore museale anche il neo direttore della Certosa di San Giacomo di fresca nomina l’archeologo Pierfrancesco Talamo, che si sono complimentati con l’artista Paolo Cirio per le opere esposte che resteranno in mostra fino al 3 novembre. Si prevede un folto numero di presenze e visitatori che anche in autunno inseriscono la tappa della Certosa nel loro tour vacanziero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA