Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Floridiana, l’ultimo sfregio: sul belvedere c’è un frigo «abbandonato da 5 mesi»

Giovedì 14 Aprile 2022 di Gennaro Di Biase
Floridiana, l’ultimo sfregio: sul belvedere c’è un frigo «abbandonato da 5 mesi»

Il «frigorifero della Floridiana». Lo hanno ribattezzato così l’associazione Gazebo Verde e il Comitato Portosalvo, l’elettrodomestico abbandonato nel parco vomerese. Il frigorifero che qualche incivile ha lanciato giù dalla terrazza panoramica nella parte superiore del polmone verde della zona collinare, è lì da almeno 5 mesi, ed è diventato una sorta di «mascotte per i turisti che lo fotografano quotidianamente». L’elettrodomestico in questione c’era già, di sicuro, nel giorno dell’ultima cerimonia di riapertura del parco, quella del 22 dicembre 2021, presieduta tra gli altri dal sindaco Manfredi, all’epoca appena eletto. Dalla Direzione regionale dei Musei, che gestisce il parco e ha completato i lavori del cantiere pilota riaprendo la Villa per 21mila mq e recuperandone aree importanti, fanno sapere di avere in programma la riqualificazione della zona ancora non rimessa in sesto. 

Come detto, il parco tra via Cimarosa e via Aniello Falcone (che effettua di martedì il giorno di chiusura settimanale) è stato recentemente restituito ai cittadini, almeno nella parte inferiore. E anche il Museo Duca di Martina è fruibile. I problemi, la giungla e le aree off limits restano, però, nella parte alta del parco. Ed è qui che, da svariati mesi, insiste e resiste il frigorifero. «In quanto associazione del settore - racconta Maria Teresa Ercolanese, presidente di Gazebo Verde - venimmo invitati alla cerimonia del 22 dicembre per la riapertura del parco, in presenza del sindaco. Il frigo era già lì, nella parte sottostante alla terrazza panoramica. Qualcuno lo aveva già buttato nei rovi. Il degrado, purtroppo, in quella zona non si arresta. E ci sono rovi ovunque, che rendono tutto inaccessibile. Una buona parte del parco, nella zona che circonda Villa Lucia, è ancora chiusa e con i lavori di ripristino non completati. Finora abbiamo assistito a varie cerimonie di riapertura, ma un 40% circa del parco va ancora recuperato. È ancora una giungla. Servirebbe assegnare alla Floridiana un direttore completamente dedicato al parco». «Nei mesi, l’elettrodomestico è diventato una mascotte per i turisti che stanno arrivando al Vomero - aggiunge Antonio Pariante del Comitato Portosalvo - I visitatori rimangono amaramente incuriositi da questo panorama di bellezza e degrado».

Se le cose sono migliorate, non è detto che non possano migliorare ancora. La parte inferiore della Floridiana, come sottolineato, è stata rimessa in sesto a dicembre (tra cui il Teatrino di Verzura e l’aiuola dedicata ai giochi dei bambini). Il cantiere pilota concluso a fine anno scorso – la cui stazione appaltante era la Direzione regionale Musei Campania - è stato realizzato grazie ad un finanziamento di 500.000,00 euro a cui si sono aggiunte altre risorse per circa 200.000,00 euro. 

Video

Video Fondi che hanno permesso di riaprire più di 21.000 mq del parco vomerese. Dalla Direzione regionale dei Musei fanno sapere di essere al lavoro per i prossimi interventi, che saranno realizzati con il finanziamento interministeriale già stanziato di 3.500.000,00 euro: verifiche strutturali dei muri di contenimento e delimitazione della Villa, revisione dei sistemi impiantistici e di sicurezza, pavimentazioni di tutti i viali e vialetti e la realizzazione di più adeguati servizi al pubblico, intervento di restauro e messa in sicurezza del verde e delle opere murarie della zona confinante con Villa Lucia e del relativo belvedere, che permetterà l’apertura delle zone boschive ancora chiuse al pubblico, in cui - ricordano ancora dalla Direzione Museale - è vietato entrare per motivi di sicurezza. Tra queste aree off limits figura, appunto, anche quella del frigo. Restando in tema verde, dal Comune fanno sapere che è riaperto e riqualificato da ieri il parco agricolo Buglione in via Domenico Fontana. 

Ultimo aggiornamento: 16 Aprile, 11:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA