Galleria Vittoria di Napoli, svolta vicina e riapertura a dicembre: «Ma lavori da rifare»

Giovedì 28 Ottobre 2021 di Paolo Barbuto
Galleria Vittoria di Napoli, svolta vicina e riapertura a dicembre: «Ma lavori da rifare»

Il cantiere della galleria Vittoria ha aperto le porte al sindaco Manfredi il quale ha effettuato un sopralluogo, ha ottenuto certezze sull'avanzamento costante dei lavori, che saranno conclusi per tempo, e ha tirato un sospiro di sollievo perché, prevedibilmente, nei giorni delle festività natalizie quel percorso tornerà disponibile per le auto dei napoletani.

Dietro l'angolo, però, c'è un ostacolo imprevisto o, almeno, fino ad ora non noto ufficialmente: alla Soprintendenza i lavori attuali non piacciono per niente, ha dato un permesso temporaneo collegato all'emergenza sicurezza ma chiede che presto venga presentato un progetto definitivo di restauro per cancellare le brutture antistoriche di lamiere di acciaio e reti sotto la volta. 

Gaetano Manfredi è arrivato al tunnel della galleria in tarda mattinata, preceduto dall'assessore Edoardo Cosenza e dal responsabile locale dell'Anas, Nicola Montesano. All'arrivo del sindaco l'assessore (e collega ingegnere) Cosenza, gli ha illustrato i dettagli del progetto, mentre Montesano (anch'egli ingegnere) lo ha rassicurato sui tempi. Sicché alla fine del breve tour nel tunnel chiuso ormai da 13 mesi, Manfredi ha potuto sbilanciarsi: «I tempi saranno rispettati. Entro dicembre i lavori saranno conclusi. Poi spetterà alla Procura verificare e dare l'ultimo placet». L'assessore Cosenza ha chiarito la questione con una dichiarazione puntuale: «Mi auguro che, così come per la galleria Quattro Giornate, ci sia una collaborazione istituzionale molto forte con l'autorità giudiziaria». Insomma, la questione della galleria dovrebbe essere risolta entro i tempi stabiliti, senza più altre sorprese per i napoletani. Anzi, no, perché le sorprese arriveranno. Anche se non subito.

Sui lavori in corso all'interno del tunnel della Vittoria c'è stato, ovviamente, un carteggio che ha coinvolto anche la Soprintendenza: si tratta di un luogo storico all'interno di un'area vincolata, era determinante coinvolgere gli uffici di palazzo Reale. Dopo aver visto la documentazione sui lavori che sarebbero stati effettuati, la Soprintendenza è stata estremamente chiara: per adesso procedete con gli interventi di messa in sicurezza così come richiesto dalla Procura per consentire il transito delle autovetture, ma sappiate che questi interventi li riterremo temporanei in attesa di un progetto definitivo sulla ristrutturazione del tunnel.

In burocratese ufficiale la questione suona, più o meno, così: «È stato autorizzato il progetto provvisorio ma poi si richiede il progetto definitivo di consolidamento e restauro con l'individuazione e la risoluzione delle problematiche che attengono alla conservazione del manufatto».

Questo significa che, prima o poi, ma in tempi brevi, la galleria della Vittoria andrà chiusa nuovamente, stavolta per risistemarla con soluzioni che rispettano l'architettura del luogo, non solo con interventi che badano esclusivamente alla sicurezza. 

Video

Sulla questione l'assessore Cosenza è stato limpido: «Tutte le protezioni attualmente installate in galleria sono smontabili, significa che abbiamo rispettato la richiesta di strutture temporanee prevista dalla Soprintendenza. Verrà un tempo, più in là, durante il quale riprenderemo la questione, ma per adesso è determinante solo la riapertura».

Sul tema dei restauri c'è da segnalare che sono anche iniziati quelli alle facciate che sono ingabbiate da sei anni. Si parte con l'ingresso da via Acton sul quale è già stato avviato lo smontaggio dei vecchi tubi innocenti (resi pericolanti perché centrati in pieno da un'auto in corsa nel 2019) e la costruzione dei nuovi anditi. Tempi previsti di completamento, circa otto mesi. 

Ultimo aggiornamento: 14:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA