Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Giro d'Italia, volata finale: a Napoli sarà festa sul lungomare

Giro d'Italia, festa sul lungomare

Domenica 8 Maggio 2022 di Paolo Barbuto
Giro d'Italia, volata finale: a Napoli sarà festa sul lungomare

È la settimana del Giro, sabatoprossimo la corsa travolgerà la città, e Napoli inizia a sentire i primi sussulti rosa. Quelli che ci aspettano saranno giorni intensi di allestimenti e asfaltatura di strade, di realizzazione di palchi e predisposizione di percorsi: è il consueto caos che precede la festa dei ciclisti. Un caos che, per una volta, porta entusiasmo.

L'organizzazione meticolosa della gara ha già previsto ogni minimo dettaglio, la rincorsa della città per farsi trovare preparata è un po' meno meticolosa ma, come avviene sempre, alla fine si riuscirà a centrare l'obiettivo.

La corsa sarà tutta concentrata in una giornata: partenza da Napoli e arrivo a Napoli con un percorso che si snoderà fra Campi Flegrei e panorama su Procida, la vera protagonista della tappa dedicata proprio alla capitale della cultura. Il coinvolgimento di larga parte della Provincia ha messo in moto la macchina della Città Metropolitana e Gaetano Manfredi, che è sindaco anche di quell'Ente, proprio ieri ha raccontato l'emozione del momento: «Il Giro d'Italia offre una grande visibilità internazionale ai territori attraversati - ha detto Manfredi dopo aver ricordato la capillare copertura televisiva - con una ricaduta turistica ed economica davvero importante. Al di là dell'impatto che la tappa ha nel breve periodo, con un aumento delle presenze e dell'offerta in città, grazie anche al proliferare delle iniziative collaterali messe in campo dalle istituzioni, delle associazioni e da soggetti privati, quello che occorre sottolineare è il suo impatto nel periodo medio-lungo: la visibilità e la copertura mediatica danno luogo a un incremento stabile della richiesta turistica, grazie alla promozione e valorizzazione del territorio e delle eccellenze locali».



L'atmosfera della carovana rosa si respirerà tra il Plebiscito e il lungomare. A piazza del Plebiscito, sabato prossimo, sarà allestito il villaggio di partenza che sarà aperto al pubblico a partire dalle 10.30. Ci saranno spazi per il merchandising ufficiale, eventi collaterali, stand nei quali verrà dato spazio anche al territorio, alle eccellenze dei luoghi toccati dalla corsa. Al Plebiscito sarà allestito anche il podio sul quale i ciclisti passeranno per la consueta firma prima della gara. Poi, verso le 13.30, dalla piazza-simbolo di Napoli si incamminerà la carovana per la partenza vera e propria che sarà da via Caracciolo. La corsa attraverserà una porzione della città fino a Bagnoli, poi si sposterà nell'area Flegrea e rientrerà a Napoli nel pomeriggio, intorno alle 17 per raggiungere il traguardo, ancora su via Caracciolo. Anche per l'arrivo è previsto un open village aperto al pubblico, sarà allestito a Mergellina, davanti alla fontana del Sebeto, e sarà accessibile a partire dalle 14. Il Quartier Tappa, l'area dove si sistemano organizzazione e giornalisti, è fissato nella ex sede del Circolo della Stampa alla Casina del Boschetto, oggi affidata alla Anton Dohrn.

In questi giorni a Napoli si eseguono rappezzi con asfalto fresco sulle strade più dissestate. Probabilmente l'obiettivo sarà centrato in tempo per la gara. A partire dal giorno precedente la manifestazione, venerdì 13 maggio, scatterà il divieto di sosta lungo tutto il percorso che passa dal lungomare a via Petrarca a via Manzoni, scivola giù lungo discesa Coroglio, si inoltra a Fuorigrotta attraverso via Cavalleggeri d'Aosta, percorre via Diocleziano e viale Kennedy e poi svolta verso via Nuova Agnano per inoltrarsi verso Pozzuoli.
Sabato 14, nel giorno della manifestazione, scatterà dalla mattina il divieto di circolazione lungo le strade della carovana e sulle vie che confluiscono nel percorso. Con l'avvicinarsi del passaggio dei ciclisti scatterà anche il divieto di attraversamento pedonale che verrà annullato solo alla conclusione della manifestazione.

Ultimo aggiornamento: 16:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA