International Swimming League 2021 a Napoli, i figli dei lavoratori Whirlpool con i big del nuoto

Sabato 28 Agosto 2021 di Angelo Rossi
International Swimming League 2021 a Napoli, i figli dei lavoratori Whirlpool con i big del nuoto

Qualcosa aveva lasciato intuire già Federica Pellegrini. «Napoli è nel mio cuore, farò conoscere a compagni e avversari Napoli e le sue bellezze»: a testimonianza del binomio città-sport che Grigorishin, il magnate ucraino ideatore del campionato mondiale di nuoto, aveva immaginato quando ha scelto Napoli e la piscina Scandone per questo lungo mese di sfide che vedrà impegnati in acqua i campioni delle piscine. 

Le iniziative sociali prendono il via oggi con la serata dedicata ai bambini. Per la precisione, ai figli dei lavoratori della Whirpool i cui genitori da mesi portano avanti una lunga vertenza sindacale a difesa del proprio posto di lavoro. Per questa ragione, l'International Swimming League aprirà le porte a una parte importante della storia sociale della città, la prima di una serie di iniziative che si svolgeranno sul territorio napoletano. I bambini e le famiglie degli operai Whirpool saranno ospiti oggi durante il secondo match della Isl, quello che vedrà protagonisti atleti del calibro di Zac Stubblety-Cook, oro nei 200 metri rana a Tokyo, di Bronte Campbell, oro olimpico nella 4x100 stile libero, e del signore delle piscine Caleb Dressel, lo statunitense reduce dalle cinque medaglie d'oro ai Giochi nipponici, ormai universalmente riconosciuto come l'erede del mitico Michael Phelps. Gli organizzatori sono in contatto con tutte le organizzazioni sindacali del territorio per ospitare altre iniziative del genere, purché legate a situazioni di lavoro attualmente precarie. 

Almeno altre tre-quattro iniziative sono state progettate all'interno della manifestazione: «Senza l'ok delle istituzioni politiche, non possiamo procedere. Aspettiamo una loro chiamata per essere presenti con i nostri campioni nei quartieri della città» sostengono gli organizzatori dell'Isl. I quali sono in contatto continuo con Donatella Chiodo, assessore alle Politiche sociali del Comune, che sta ultimando il calendario degli incontri. Scontate comunque le visite presso alcuni impianti alla Sanità e a Scampia. Tra una settimana invece gli atleti faranno visita all'associazione Scugnizzi a vela, che include ragazzi dell'aera penale campana soggetti a varie forme di provvedimenti restrittivi. Gli scugnizzi in questione si occupano della ristrutturazione e della messa a punto di alcune imbarcazioni a vela e spesso prendono parte anche alle regate in mare.

Il Museo archeologico nazionale di Napoli diretto da Paolo Giulierini è partner di Isl e ospiterà le stelle del nuoto alla mostra Gladiatori, dedicata ai celebri campioni dell'antichità. Già sede della presentazione dell'evento lo scorso giugno, il Mann ha abbinato alle squadre in gara un capolavoro del museo, nel segno delle suggestioni del mare, dell'acqua e dei suoi miti. Per gli Acqua Centurion capitanati da Federica Pellegrini si tratta proprio dello spallaccio di un gladiatore con simboli marini. Per tutto il mese di settembre con il biglietto delle gare Isl si avrà diritto al ticket ridotto al Mann mentre i visitatori del museo e gli abbonati potranno acquistare i biglietti online delle gare con la tariffa promo-convenzioni. 

Video

La regular season di Isl avrà una ricaduta sul territorio di proporzioni importanti. Ventimila notti in alberghi 4 stelle per un indotto di circa 4 milioni di euro, trasporti e catering per assicurare spostamenti e ristori per 650 persone per circa sei settimane per un valore di un milione di euro, una produzione televisiva di circa 5 milioni di euro, sono solo le voci più significative di un movimento che riverserà indiscussi vantaggi economici su Napoli e sul territorio campano. 

Ultimo aggiornamento: 19:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA