Napoli, il filosofo Umberto Galimberti incontra i giovani a Città della scienza

Martedì 17 Dicembre 2019 di Mariagiovanna Capone
Tutto esaurito nella sala Newton di Città della Scienza per l’incontro di oggi tra gli studenti e Umberto Galimberti filosofo, sociologo, psicoanalista già professore ordinario di antropologia culturale, filosofia della storia, psicologia generale e psicologia dinamica all’Università Cà Foscari di Venezia.
L’evento «L'uomo nell'età della tecnica» fa parte del ciclo di incontri «Verso la comunità del millennio» a cura di Eudora Association e Città della Scienza con il patrocinio della Direzione Generale del Miur della Regione Campania, per favorire una riflessione sul nostro modo di vivere, sui rapporti tra noi e gli altri, tra noi e la natura, tra noi e le cose del mondo e sui valori sui quali fondare la nostra vita e il vivere in comunità.
Ha aperto la manifestazione Riccardo Villari, presidente della Fondazione Idis-Città della Scienza, seguito da Gennaro Carillo membro del Comitato Scientifico di Città della Scienza e docente di Storia del pensiero politico all’Università Suor Orsola Benincasa.
Nel suo intervento Umberto Galimberti ha evidenziato la trasformazione che subisce l’uomo nell’età della tecnica, trasformazione della quale siamo tutti scarsamente consapevoli, perché continuiamo a pensare a essa come uno strumento a nostra disposizione, mentre la tecnica (e non più la natura) è diventata l’ambiente che ci circonda. L’umanità non è all’altezza dell’evento tecnico che essa stessa ha prodotto e solo nell’ampliamento della sua capacità di comprensione c’è la possibilità di ritornare a essere protagonista del cambiamento. Ampio spazio poi alle domande degli studenti, coordinati da Berardo Ruggiero, primo ricercatore del Cnr e presidente del Consiglio Scientifico di Eudora Association.
Eudora è un’associazione culturale i cui fondatori sono professionisti riconosciuti a livello internazionale, provenienti da diverse discipline, dalla filosofia alla fisica, imprenditori e ricercatori, accomunati dallo stesso obiettivo: lo sviluppo sostenibile del pianeta, in una visione comprensiva di tutti gli aspetti che permeano la comunità, da quello economico a quello sociale, passando per ecologia, scienza, cultura, educazione e arte.

Il prossimo evento Eudora si terrà il 30 gennaio: ospiti Massimo De Gregorio del Cnr e Jacopo Mele, digital coach nominato da Forbes tra i 30 under30 più influenti d’Europa sull’Intelligenza Artificiale, che parleranno di intelligenza artificiale. © RIPRODUZIONE RISERVATA