LA DIRETTA

Maradona morto due anni fa, tutti gli eventi in diretta

Napoli ricorda Diego Armando Maradona nel secondo anniversario della sua morte

È il secondo anniversario della morte di Diego Armando Maradona
È il secondo anniversario della morte di Diego Armando Maradona
Venerdì 25 Novembre 2022, 10:00 - Ultimo agg. 26 Novembre, 09:49

La torciata al Maradona

Come da tradizione Napoli ricorda Diego con una manifestazione senso all’esterno dello stadio di che porta il suo nome. Anche questa sera i tifosi azzurri sono dati appuntamento a Fuorigrotta per celebrare il campione argentino con una torciata che ha circondato il Maradona.

 
Video

 

D1EG0 Eterno: la maratona live

Il ct dell'Argentina Scaloni: «Diego ci guarda dal cielo»

Il ct dell'Argentina Lionel Scaloni ricorda così Maradona dopo la clamorosa sconfitta con l'Arabia Saudita di martedì scorso. «È un giorno molto triste per tutti. Speriamo che domani ci porti gioia, se ci guarda dal cielo. Sembra incredibile che non ci sia più. Ma speriamo che domani sia un giorno gioioso per tutti noi». 

La delegazione del Napoli ai Quartieri Spagnoli

Dopo la visita di Ferlaino, in una staffetta ideale, ai Quartieri Spagnoli arriva il vicepresidente del Napoli Edoardo De Laurentiis, con al seguito Giuseppe Santoro e Guido Baldari. Per Diego in omaggio una composizione di fiori azzurri con il bianco a tratteggiare la scritta “D10S”.

Molto emozionato, De Laurentiis non si è fermato a parlare con i giornalisti. 

Tra i tanti presenti in piazza anche il giornalista Gianluca Di Marzio, il primo a dare la notizia in Italia della morte di Diego due anni fa. Oggi Di Marzio sarà a un evento con Ferlaino alla Cascina verde di Varcaturo per ricordare anche papà Gianni, che Maradona lo scoprì quando era ancora ragazzino in Argentina. 

L'omaggio di Ferlaino al murale

Troupe televisive dall’Argentina, ma persino dalla Norvegia per osservare da vicino il rito (assai più religioso che pagano) del saluto dei napoletani per Maradona nel secondo anniversario della sua salita a Cielo. Tra la folla, nei Quartieri Spagnoli, in quello che ormai è Largo Diego Armando Maradona dove sorge il suo murale, tra i tanti napoletani, anche Corrado Ferlaino, il presidente che Maradona acquistò, lo rese condottiero e ne ebbe in cambio due scudetti tra i tanti trofei con la Coppa Uefa. È emozionato Ferlaino, che per Diego ha portato un mazzo di rose. «Sembra sia ancora qui tra noi - dice - ma il dolore che ho provato per la sua morte è ancora fortissimo. Lo hanno abbandonato. Poteva salvarsi». 

Video

 

Il ricordo del Napoli e dell'Argentina

Un'immagine di Maradona che palleggia tra le nuvole, di spalle, con il numero 10 sulla maglia, guardando dal cielo lo stadio oggi a lui dedicato. Con questo fumetto e la scritta D1EG0 ETERNO con i numeri 1 e 0 della sua maglia a sostituire la i e la o del suo nome, il Napoli ricorda sui suoi social network il secondo anniversario della morte di Maradona, simbolo indimenticabile del calcio a Napoli.

Il ricordo di Maradona è celebrato anche in tutta l'Argentina, Paese che guarda alla squadra di oggi ai Mondiali in Qatar, i primi dopo la sua scomparsa, e con la nazionale che ha messo come foto di apertura dle proprio account social la foto di Maradona che bacia la Coppa del Mondo conquistata nell'86 con sopra la scritta «Eterno». 

Il ricordo di Infantino e della Fifa

«L'ho sempre detto e posso ripeterlo solo ora, più convinto che mai: quello che Diego ha fatto per il calcio, per far innamorare tutti noi di questo bellissimo gioco, è unico. È, come lui, semplicemente immenso... Diego merita la nostra eterna gratitudine per questo, per averci stupito con il suo incredibile talento e sì, per essere stato così unico: per essere stato Diego Armando Maradona, una leggenda, un eroe e... un uomo». Così Gianni Infantino ricorda Maradona nel secondo anniversario della sua morte.

«Diego - aggiunge il presidente della Fifa - può essere eterno ora, ma per sempre, Diego avrà anche un posto di primo piano nell'incredibile storia di tutte le favole del calcio. Riposa in pace, caro Diego. Ti vogliamo bene».

Napoli ricorda Diego Armando Maradona nel secondo anniversario della sua morte. Al murale dei Quartieri Spagnoli il pellegrinaggio andrà avanti per l'intera giornata, allo stadio che oggi porta il suo nome ci sarà in serata la fiaccolata degli ultras. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA