Metropolitana a singhiozzo, il manager di Anm Napoli finisce sotto accusa

di Luigi Roano

5
  • 94
L'Anm presenta le nuove app - 7 - per pagare il parcheggio sulle strisce blu e abolire i grattini. Orientarsi tra sette applicazioni non sarà semplicissimo tant'è, il tema stringente riguarda i trasporti, quelli su gomma e ferro. La settimana di passione della metro in particolare ha scatenato l'ira degli utenti. E anche quella del sindaco Luigi de Magistris. Ieri per motivi personali l'amministratore dell'azienda per la mobilità Nicola Pascale non ha potuto essere presente alla conferenza stampa di presentazione delle app, tuttavia nel mirino ci finisce anche lui e la gestione dell'azienda stessa.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 20 Giugno 2019, 07:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-06-21 11:45:54
le ferrovie dello stato non sono mai state proprietarie della linea 1 se non facendo parte del consorzio "metronapoli" ma hanno partecipato alla realizzazione di detta linea 1 trasferendo personale ffss dalla stessa alla crescita professionale della linea 1 (ovviamente chi voleva aderire, non era obbligatorio). tutto il personale della linea 1 all'inizio dell'attivazioni delle prime tratte era formato tutto da personale ffss : dai manovali ai tecnici , dai macchinisti al personale di controllo ai varchi ed a bordo treni, dai dirigenti tecnici ad amministrativi, in quanto non era possibile reperire sul mercato esterno personale qualificato di tale livello e mansioni se non attingere dalle ffss. dopo diversi anni svolto il loro compito iniziale e formativo, le ffss sono uscite fuori dal consorzio "metronapoli" (un beneun male, non sappiamo). quindi, con il passare degli anni è stato assunto personale esterno formato sempre da personale ffss fino ad arrivare ai giorni nostri dove, una parte di personale ffss è ritornata nelle ferrovie dello stato, altri sono passati definitivamente alla linea 1 , altri sono andati in pensione. tuttora il personale della metro 1 è formata per la quasi totalità di personale assunto dall'esterno e formati o spostati di mansione con piccole sacche di ex dipendenti ffss ormai dipendenti del comune ma che hanno conservato , tramite accordo contrattuale, il CLD che è la carta di libera circolazione sui treni da parte dei dipendenti ffss. da precisare che questa CLC è un diritto conquistato dai dipendenti ffss nel dopo guerra che, in sostituzione di un aumento contrattuale fu "concesso" di viaggiare sui treni in qualità ovviamente di dipendenti, tanto è vero che il CLC rientra nella voce "concessioni di viaggio". e chest è .
2019-06-20 17:18:11
Lo dico da mesi.....oppure la metro deve ripassare alle Ferrovie dello Stato come lo era all'inizio e tutto funzionava. L'anm è fallita ma non lo vogliono ammettere come tutta l'amministrazione di napoli in coma irreversibile.
2019-06-20 09:34:53
PRI-VA-TIZ-ZA-RE!!! chiste hanna jì sotta 'o masto! e il comune ne vuole assumere altri 2.000 a non lavorare, al comune di napoli, solo il sindaco(vero)deve essere comunale, il resto compreso consiglio, giunta, vigili urbani,servizi pubblici, nettezza urbana, devono essere dato in appalto! se quello che ho scritto vi fa ridere, vi rispondo "castigat ridendo mores"
2019-06-20 10:21:52
Esatto,la privatizzazione è l'unica via percorribile. Questi carrozzoni pubblici mangiasoldi e inefficienti,pascoli di clientele politiche con dirigenti strapagati e incapaci e operatori demotivati e improduttivi,sono da sfasciare. Resta il problema di quale privato voglia/possa farsi carico dei suddetti che in dote portano solo debiti.
2019-06-20 17:19:18
Per la Metro le FERROVIE dello Stato all'inizio tutto funzionava a perfezione.

QUICKMAP